06:51 22 Settembre 2018
Some of the thousands of platinum mineworkers at Lonmin, Anglo American Platinum, mine in Marikana, South Africa

Quanti schiavi lavorano per ogni abitante dei paesi sviluppati?

© AP Photo / Denis Farrell
Mondo
URL abbreviato
105

Molti ritengono che la schiavitù sia una reliquia di un passato che non tornerà mai più. Purtroppo, non è così.

Nel mondo moderno circa 45,8 milioni di persone in 167 paesi lavorano illegalmente e creano i prodotti che consumiamo ogni giorno. Il progetto Slavery Footprint aiuta a calcolare quanti schiavi lavorano per fornire vestiti e cibo. Al momento, la schiavitù è più diffusa in cinque paesi: Cina, Pakistan, India, Bangladesh e Uzbekistan. In condizioni di schiavitù, ci sono circa 152 milioni di bambini in età compresa tra i 5 e i 17 anni.

Gli schiavi moderni cuciono i vestiti per le grandi marche, fanno smartphone e lavorano in condizioni difficili nelle fabbriche per la produzione di alimenti. Il calcolatore Slavery Footprint calcola quante persone nel mondo hanno lavorato in condizioni di schiavitù per gli abitanti dei paesi sviluppati. Se se si crede ai calcoli del portale, per ogni europeo lavorano quattro dozzine di schiavi provenienti da paesi con un più basso livello di vita.

Gli autori del progetto sottolineano che senza misure governative il problema della schiavitù non si risolve. Tuttavia, scrivono gli attivisti, combattere i lavori forzati è possibile attraverso il supporto dei produttori locali, ma anche di chi ha meritato il marchio "Made In A Free World" ("Fatto in un mondo libero").

Correlati:

"Semplicemente schiavi": gli emigrati ucraini raccontano le condizioni di lavoro in UE
Libia: chi controlla il mercato degli schiavi?
Nell'ultimo paese liberato dall'America da un "malvaggio dittatore" si commerciano schiavi
Tags:
Schiavitù, commercio, Africa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik