21:05 22 Giugno 2018
Confine tra Russia ed Estonia

Estonia minaccia la Russia della perdita di San Pietroburgo

© Sputnik . Alexei Danichev
Mondo
URL abbreviato
21567

L'ex presidente dell'Estonia, Toomas Hendrik Ilves ha detto che in caso di attacco al suo paese, la Russia potrebbe perdere alcune grandi città.

Rispondendo ad una domanda sulla minaccia russa in Estonia, ha spiegato che "militarmente" un pericolo simile oggi non esiste. Secondo lui, questa situazione è un"vantaggio" dovuto all'adesione del suo paese alla NATO.

"Certo, la Russia può attaccare Estonia, ma dopo potrà perdere anche Omsk e Tomsk, per non parlare di San Pietroburgo" ha detto in un'intervista al giornale Evropeskaja Pravda.

L'ex presidente ha sottolineato che la "minaccia" da parte della Russia è "screditare" l'Estonia, questo, secondo lui, dura da 27 anni. Ultimamente i politici baltici, sempre più spesso, fanno affermazioni su una presunta crescente "minaccia" da parte della Russia. Nel 2016 per il vertice della NATO a Varsavia è stata presa la decisione di posizionare forze militari dell'alleanza in Lituania, Lettonia, Estonia e Polonia.

Mosca ha ripetutamente sottolineato che non è in procinto di attaccare alcun paese dell'alleanza del nord Atlantico, tuttavia, la NATO usa "l'isteria occidentale" per costruire la propria presenza ai confini orientali con la Russia.

Correlati:

Washington Post: la Russia è il nemico immaginario delle esercitazioni NATO in Estonia
Bombardieri strategici B-52 USA sganciano bombe durante esercitazioni in Estonia
Per presidente dell'Estonia "la Russia è un vicino difficile"
Tags:
Minacce, Guerra, Estonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik