13:32 19 Dicembre 2018
Propulsore missilistico

I test del primo razzo russo riutilizzabile si svolgeranno nel 2022

© Sputnik . Yuri Streletc
Mondo
URL abbreviato
1131

I test del primo razzo spaziale riutilizzabile per le spedizioni che prevedono un ritorno si effettueranno nel 2022, ha riferito a Sputnik il direttore della Fondazione di Ricerche Avanzate (FPI) Boris Satovsky.

Secondo lui, il programma per il razzo spaziale riutilizzabile è implementato in collaborazione con l'Agenzia Spaziale Russa e l'United Aircraft Corporation (OAK). E' già stato ultimato il progetto del modulo missilistico di ritorno.

"Lo schema di funzionamento del sistema comporta la separazione del razzo del primo stadio a 59-66 km di altezza e il suo ritorno al punto di partenza alla stessa pista di atterraggio. Nel design dell'unità di ritorno ci saranno una grande apertura alare rettangolare e la coda classica. Nel volo di ritorno verso il punto di partenza si utilizza un motore di serie a turbogetto modificato,"- ha spiegato l'esperto.

Il razzo è progettato per un carico utile fino a 600 chilogrammi nell'orbita solare-sincrona. Secondo le stime preliminari, il costo di ritorno sarà pari alla metà di quello convenzionale. Ogni unità è progettata per 50 voli senza sostituire i motori che funzionano con il combustibile criogenico, ovvero "metano liquido liquefatto". È previsto il lancio di missili da piattaforme mobili.

Tags:
Scienza e Tecnica, Spazio, Tecnologia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik