19:56 21 Settembre 2018
George Soros

Lobby, Soros potrebbe avere il controllo delle strutture europee

© AFP 2018 / ERIC PIERMONT
Mondo
URL abbreviato
628

Accusato di corruzione, l'ex presidente dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa Pedro Agramunt ha parlato del sistema di lobbying alla PACE, nell'interesse di George Soros. ONG con funzioni vaghe, diritti umani, la crisi politica in Catalogna e accuse di corruzione - Sputnik scopre uno scandalo europeo.

Accuse di corruzione contro il Presidente dell'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa (PACE), Pedro Agramunt; crisi istituzionale in Catalogna, utilizzata da due russi per i propri scopi; una campagna di lobbying sulle strutture europee intrapresa da varie ONG per proteggere i diritti umani. Sembrerebbe che tutte queste cose non siano collegate tra loro. Ma la realtà è un'altra.

Accusato di corruzione e costretto dimettersi, Pedro Agramunt, ex presidente della PACE, ha condotto un'indagine per salvare la sua reputazione e ha trovato in questa struttura europea l'esistenza della rete d'influenza di George Soros.Il senatore Pedro Agramunt continua a dire che voleva "costringere la lobby attiva all'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa a dichiararsi". Egli accusa il miliardario di origine ungherese di controllare la struttura europea, così come nel preparare una campagna per screditarlo… allo scopo di preservare la sua influenza nel Consiglio d'Europa.

Sputnik non sa se il senatore spagnolo sia colpevole o innocente. È piuttosto interessato allo schema di George Soros sulla campagna di lobbying nel Consiglio d'Europa con l'aiuto di associazioni e ONG, e come questa rete sia legata alle accuse contro Pedro Agramunt. Per quanto riguarda il lobbismo, a prima vista, non c'è nulla di illegale in questo, come ha affermato il rappresentante dell'organizzazione Transparency France, astenendosi dal commentare la seconda questione.

Tra le prove sulle quali è stata stabilita una commissione indipendente nel Consiglio d'Europa per indagare sul caso di Pedro Agramunt, compare un dossier della European Stability Initiative (ESI), in cui il suo direttore, Gerald Knaus, presenta una serie di accuse contro l'ex presidente della PACE.Ma la "European Stability Initiative", che si presenta come una ONG ordinaria, tanto ordinaria non è.

Secondo gli avvocati di Agramunt, non è solo un'organizzazione senza scopo di lucro ma anche una "organizzazione di lobbismo inclusa nei fascicoli dei lobbisti della Commissione europea e del Parlamento europeo". In altre parole, una lobby, dichiarata in alcune strutture ma registrata come semplice ONG nel Consiglio d'Europa, produce le accuse di corruzione… a determinate persone che vogliono obbligare il gruppo di pressione a dichiarare se stesso… Questa trasparenza potrebbe ostacolare le attività di quest'ultima.

E non è tutto. Knaus è in strette relazioni con Nicholas Whyte, capo della Independent Diplomacy. Gli interessi politici di questa organizzazione, a cui il governo catalano si rivolse per l'internazionalizzazione del movimento per l'indipendenza della Catalogna, sono diametralmente opposte a quelle di Pedro Agramunt, membro del Partito Popolare e difensore della Costituzione spagnola nella crisi catalana.

Se si guardano le fonti di finanziamento di queste due organizzazioni, si vede che European Stability Initiative e Independent Diplomacy sono finanziate dalla Foundation To Promote an Open Society (FPOS) sostenuta dal miliardario George Soros.

Così, Gerald Knaus, capo di ESI (un'organizzazione dedicata al lobbyin, ma registrata come ONG e finanziata da George Soros), che ha stretti legami con Nicholas Whyte, che dirige un'altra organizzazione finanziata da Soros e supporta l'indipendenza catalana, in opposizione alla quale è Pedro Agramunt, accusano il senatore spagnolo di corruzione, dopo aver proposto di obbligare il gruppo di pressione a riformarsi.    

Correlati:

Il miliardario Soros voleva fermare la Brexit con una somma simbolica
Migranti, commissione UE deferisce l'Ungheria per norme anti Soros
Soros e il mito della “democrazia europea”: una rivelazione shock
Tags:
ong, lobby, pressione, Scandalo, finanziamenti, PACE, Pedro Agramunt, George Soros, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik