15:23 21 Settembre 2018
Polizia sta di fronte alla casa dell'ex 007 russo Sergei Skripal

La Russia aiuterà Yulia Skripal a tornare in patria

© AP Photo / Frank Augstein
Mondo
URL abbreviato
131

La Russia è pronta a fornire tutta l'assistenza necessaria a Yulia Skripal per il ritorno a casa. Lo ha dichiarato venerdì il vice direttore del Dipartimento di informazione e stampa del ministero degli Esteri russo Artem Kozhin.

Kozhin ha ricordato che la settimana scorsa, in rete è apparso un video messaggio della ragazza. "È sicuramente incoraggiante, è viva e si trova in buona salute. Julia è in procinto di tornare in patria, siamo pronti a fare le azioni necessarie" ha detto Kozhin. L'ex colonnello dell'intelligence dell'URSS Sergei Skripal e sua figlia Julia sono stati trovati in gravi condizioni nella città inglese di Salisbury il 4 marzo 2018. Dopo una settimana il primo ministro britannico, Theresa May, ha detto in Parlamento che sono stati avvelenati con la sostanza A234, il novichok, sviluppato in Russia. A Mosca hanno respinto le accuse, ricordando che tutte le armi chimiche la Russia le ha distrutte nel 2017 sotto il controllo dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche.


Nel mese di maggio Skripal e sua figlia sono stati dimessi dall'ospedale. Julia ha parlato alla stampa e ha ringraziato l'ambasciata russa nel Regno Unito per la proposta di aiuto, ma ha detto che non la vuole. Tuttavia, ha aggiunto che in futuro vorrebbe tornare in Russia.

Correlati:

Zakharova: perché era necessario "il caso Skripal"
Sergey Skripal è stato dimesso dall'ospedale
Skripal, Ushakov: Non è stato oggetto discussione Putin-Macron
Tags:
avvelenamento, Aiuti, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik