16:48 24 Giugno 2018
Bandiere di Stati Uniti e NATO

"L'ingresso della Colombia nella NATO è una notizia terribile per l'America Latina"

© REUTERS / Yves Herman/File Photo
Mondo
URL abbreviato
9228

Oggi la Colombia sarà il primo Paese latinoamericano a diventare "partner globale" dell'Alleanza Atlantica.

Sputnik Mundo ha parlato delle conseguenze di questa decisione per l'America Latina con il politologo e sociologo argentino Atilio Borón.

Il presidente della Colombia Juan Manuel Santos si incontra con il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg a Bruxelles per ufficializzare lo status di "partner globale" della Colombia con l'Alleanza Atlantica.

"Mi sembra una notizia terribile, sia per i colombiani che per i cittadini di tutta la regione, che prima era libera da armi nucleari. Ora questo è in discussione", ha dichiarato a Sputnik Mundo.

Per tenere a freno le tensioni nella società, Santos ha affermato che, nonostante la presenza del Paese nell'Alleanza Atlantica, la Colombia non parteciperà alle operazioni militari. Tuttavia il sociologo argentino non è del tutto convinto della veridicità di queste parole.

"L'ingresso della Colombia nella NATO dimostra che la diplomazia ed i negoziati politici vanno in disparte, ora si parla col linguaggio delle armi".

Ha aggiunto che alcuni osservatori internazionali definiscono la NATO "la più grande organizzazione terroristica al mondo" e questa decisione mette in pericolo i soldati colombiani che possono essere utilizzati come "carne da macello".

"Esiste un rischio per i soldati colombiani se prenderanno parte alle operazioni che la NATO sta già portando avanti non solo nella sua principale zona di influenza, l'Europa, ma in tutto il mondo. Questa decisione non promette nulla di buono", ha sottolineato l'esperto.

Boròn ha aggiunto che dopo il crollo dell'Unione Sovietica nel 1991, i leader della NATO hanno assicurato che non si sarebbero espansi ad est", ma alla luce dei fatti hanno mentito. "

Oggi la Russia è circondata dalle truppe della NATO, dal Baltico al Mediterraneo. La NATO è un'organizzazione criminale il cui obiettivo è risolvere qualsiasi conflitto attraverso l'azione militare".

Secondo il politologo argentino, ci sono "ragionevoli motivi" per pensare che sotto l'influenza dell'Alleanza Atlantica, la Colombia possa diventare una leva strategica per "l'intervento armato" in Venezuela.

"Sarebbe un'enorme catastrofe. Il confine del Venezuela con la Colombia ha una lunghezza di oltre 2.000 km e questa situazione offre serie preoccupazioni", ha concluso l'esperto.

Correlati:

Colombia vicina alla NATO: "si profila un grande piano per sottomettere l'America Latina"
Tags:
Difesa, Sicurezza, Politica Internazionale, Geopolitica, Occidente, NATO, USA, America Latina, Colombia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik