04:02 16 Dicembre 2018
Giornalista russo Arkady Babchenko (al centro) il giorno dopo il suo omicidio che risulta di essere una messa in scena degli Sbu.

Vivo il giornalista russo Babchenko "ucciso" ieri

© REUTERS / Valentyn Ogirenko
Mondo
URL abbreviato
45344

Secondo le ultime informazioni, i servizi segreti ucraini hanno messo in scena l'omicidio di Arkady Babchenko.

Il capo degli SBU Vassiliy Gritsak accusa i servizi segreti russi di aver ordinato l'omicidio del giornalista che l'intelligence ucraina è riuscita a prevenire.

Si precisa che, secondo gli Sbu, a ordinare l'omicidio di Babchenko è stato "un cittadino ucraino reclutato dai servizi segreti russi".

"Per l'esecuzione degli ordini dei servizi segreti russi l'uomo ha proposto 30.000$ a dei suoi conoscenti, ex militanti pro-governativi che partecipavano al conflitto all'est Ucraina", dice il capo degli Sbu.

Si precisa che il committente dell'omicidio è stato fermato all'incirca tre ore fa.

"Al momento l'indagine sta continuando, si stanno svolgendo perquisizioni nei suoi luoghi domiciliari e di residenza temporanea", aggiunge Vassiliy Gritsak.

Babchenko ha lavorato come corrispondente militare per il giornale Moskovskiy Komsomolec e per Novaya Gazeta, ec ha collaborato con Pervy Kanal e TVC, inoltre ha seguito gli eventi del conflitto tra Georgia e Ossezia del Sud nel 2008.

Il giornalista ha lasciato la Russia dopo aver espresso inequivocabilmente la sua opinione sullo schianto dell'aereo Tu-154 del ministero della Difesa russo nel dicembre 2016, affermando di non provare compassione e senso di lutto per le vittime della sciagura aerea. 

A Kiev conduceva il programma "Prime: Babchenko" sul canale televisivo ATR.

Tags:
Arkady Babchenko, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik