02:19 29 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
45344
Seguici su

Secondo le ultime informazioni, i servizi segreti ucraini hanno messo in scena l'omicidio di Arkady Babchenko.

Il capo degli SBU Vassiliy Gritsak accusa i servizi segreti russi di aver ordinato l'omicidio del giornalista che l'intelligence ucraina è riuscita a prevenire.

Si precisa che, secondo gli Sbu, a ordinare l'omicidio di Babchenko è stato "un cittadino ucraino reclutato dai servizi segreti russi".

"Per l'esecuzione degli ordini dei servizi segreti russi l'uomo ha proposto 30.000$ a dei suoi conoscenti, ex militanti pro-governativi che partecipavano al conflitto all'est Ucraina", dice il capo degli Sbu.

Si precisa che il committente dell'omicidio è stato fermato all'incirca tre ore fa.

"Al momento l'indagine sta continuando, si stanno svolgendo perquisizioni nei suoi luoghi domiciliari e di residenza temporanea", aggiunge Vassiliy Gritsak.

Babchenko ha lavorato come corrispondente militare per il giornale Moskovskiy Komsomolec e per Novaya Gazeta, ec ha collaborato con Pervy Kanal e TVC, inoltre ha seguito gli eventi del conflitto tra Georgia e Ossezia del Sud nel 2008.

Il giornalista ha lasciato la Russia dopo aver espresso inequivocabilmente la sua opinione sullo schianto dell'aereo Tu-154 del ministero della Difesa russo nel dicembre 2016, affermando di non provare compassione e senso di lutto per le vittime della sciagura aerea. 

A Kiev conduceva il programma "Prime: Babchenko" sul canale televisivo ATR.

Tags:
Arkady Babchenko, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook