16:23 12 Dicembre 2018
L'attacco missilistico degli USA a Damasco, Siria.

La Russia creerà complessi di guerra elettronica studiando tecnologia Tomahawk

© AP Photo / Hassan Ammar
Mondo
URL abbreviato
1500

I nuovi complessi russi di guerra elettronica sono stati creati con le informazioni ottenute dallo studio dei missili americani da crociera Tomahawk, ha detto a Spuntik il consigliere del vice direttore generale del gruppo Tecnologia radio-elettronica, Vladimir Mikheev.

I campioni di Tomahawk sono stati portati in Russia dopo l'attacco della coalizione in Siria. "La nuova tecnica deve coprire tutte le bande di frequenza e quelle ottiche, quelle radio, che abbiamo visto nei prodotti" ha detto Mikheev. Secondo lui, per la creazione dei nuovi complessi c'è bisogno di due-tre anni.

"Noi, in primo luogo come professionisti, siamo interessati ad osservare la reale applicazione di varie tecniche di combattimento in Siria, tra cui quelle dei Tomahawk, studiamo canali di comunicazione, trasmissione di informazioni e di controllo, di navigazione e di localizzazione" ha aggiunto Mikheev. Ha sottolineato che i professionisti hanno l'opportunità di valutare il grado di sicurezza di questi canali.

"Conoscendo tutti questi parametri, possiamo ancora più efficacemente bloccare questi missili da crociera in tutte le fasi del loro utilizzo in combattimento" ha sottolineato Mikheev. Di particolare interesse per gli esperti russi sono i droni di produzione occidentale, i caccia USA F-22 e i F-35 israeliani, ha concluso. L'ex vice comandante dell'aviazione, il deputato della Duma di stato Nicola Antoshkin ha detto che i nuovi complessi possono essere creati rapidamente, in due settimane o un mese.

"Abbiamo in linea di principio tutti i tipi radioelettronici. Penso che per configurarli e ricostruirli non è tanto il tempo necessario. Se c'è desiderio e necessità, si farà in fretta", ha detto.

L'attacco in Siria

USA, Gran Bretagna e Francia la mattina del 14 aprile hanno attaccato obiettivi siriani, che secondo loro erano utilizzati per la produzione di armi chimiche. Le forze della coalizione hanno rilasciato 105 missili. Hanno affermato che tutti i missili hanno colpito il bersaglio assegnato. Tuttavia, lo stato maggiore russo ha detto che l'analisi dettagliata ha smentito questi dati. Raccolti i frammenti, lo studio dei crateri e il carattere della distruzione hanno permesso di concludere che gli obiettivi sono stati raggiunti solo da 22 missili. La maggior parte dei missili "intelligenti" americani non hanno colpito oggetti militari.

A seguito dell'attacco non è morto nessuno, la distruzione è stata minima. Per respingere l'attacco l'esercito siriano ha usato sistemi di Difesa aerea S-200, S-125, Osa, Buk e Strela.

Correlati:

Ministero della difesa pubblica video lancio missile Bulava
Media: la Russia punta tutto sul nuovo S-500 per la difesa antimissile
A Washington incontro tra segretario Difesa USA e capo diplomazia di Seul
Tags:
Armi, Analisi Difesa, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik