22:35 12 Dicembre 2018
Juan Manuel Santos, presidente de Colombia

Colombia vicina alla NATO: "si profila un grande piano per sottomettere l'America Latina"

© REUTERS / Colombian Presidency
Mondo
URL abbreviato
0 113

Questa settimana la storia della Colombia si dividerà tra "prima" e "dopo". Il presidente Juan Manuel Santos ha scritto su Twitter, che presto sarà formalizzato lo status della Colombia "come partner globale della NATO".

"Saremo l'unico paese dell'America Latina con tali privilegi", ha scritto e ha aggiunto che questo migliorerà "l'immagine della Colombia" e renderà il paese "è molto più presente sulla scena internazionale". La modifica dello status è prevista per il 31 maggio in occasione di una visita a Bruxelles. "Dopo gli incontri con la dirigenza dell'Unione Europea formalizzeremo lo stato della Colombia come partner globale della NATO. Questo consentirà di svolgere l'attività delle esercitazioni e di condividere le informazioni sulla criminalità organizzata".
 
"Questo programma è stato progettato per lavorare e per rafforzare l'integrità delle forze armate. La Colombia non diventa un membro della NATO, non possiamo partecipare alle operazioni militari dell'Alleanza", ha detto Santos. "Lo status di 'partner globale' è molto particolare, lo sono, ad esempio, il Giappone e l'Australia. Questo non significa che siamo diventati un membro a pieno titolo" ha detto il presidente colombiano, nominando tra i benefici del nuovo status la cooperazione nel settore della sicurezza informatica e nelle procedure di appalto per le esigenze della difesa, "che hanno già portato un effetto positivo".

L'annuncio di Santos ha causato allarme in diversi paesi della regione, in particolare in Venezuela. Il ministero degli Esteri del paese ha annunciato "l'intenzione delle autorità colombiane di diventare vettore in America Latina delle armi nucleari, in ogni modo è una grave minaccia per il mondo e la stabilità regionale".

L'analista venezuelano Oglis Ramos in un'intervista a radio Sputnik  non ha escluso che "comincia a emergere un ambizioso piano di subordinazione della regione, in questo caso, di subordinazione o di un intervento militare in Venezuela, perché questo paese è stato una delle più resistenti sacche in America Latina".

L'esperto è convinto che l'annuncio, fatto dal presidente colombiano, sia direttamente collegato "ai risultati delle elezioni in Venezuela, dove ha vinto il presidente Nicolas Maduro".

Egli ha aggiunto che, ancora una volta è stato confermato lo stato della Colombia "come una portaerei USA in Sud America" e ha ricordato che nel paese ci sono basi militari statunitensi. Javier Colomo Ugarte, dottore in scienze storiche spagnolo, ha detto che non c'è dubbio che l'iniziativa della Colombia "sia prima di tutto contro il Venezuela". "Questo è accaduto per usare la Colombia come punta di lancia durante l'aggressione, perché la NATO, ha un blocco aggressivo, e non difensivo, ideato per attaccare in vari modi", ha detto l'esperto. Tra le altre cose, ha detto che c'è l'ansia di Washington per la "promozione della Cina e della Russia in America Latina". Ramos è d'accordo con questa opinione, ha aggiunto che gli USA cercano di rompere il "rapporto molto stretto" di Caracas con Mosca e Pechino.

Correlati:

Sesso sfrenato con 60 ragazze per 1 settimana: offerta turistica shock in Colombia
Economia, la Colombia rafforza la cooperazione con le regioni italiane
Colombia, sale a 13 persone il bilancio dei superstiti dell'incidente aereo
Tags:
Basi NATO, NATO, Colombia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik