11:33 20 Giugno 2018
Poverta

La Turchia lascia l’Iraq senza acqua

© AP Photo / Karim Kadim
Mondo
URL abbreviato
3117

La missione satellitare NASA Gravity Recovery and Climate Experiment ha rivelato che l’Iraq è tra i paesi più aridi del mondo, e una delle cause è la costruzione in Turchia di numerose dighe sui fiumi Tigri ed Eufrate.

"La politica idrica turca ha messo l'Iraq in una posizione molto difficile… Con la costruzione di numerose dighe sul fiume Eufrate, Ankara ha lasciato l'Iraq con solo il 30% delle acque in entrata. Ora il problema più grande per l'Iraq è la costruzione della diga turca Ilisu Dam sul fiume Tigri con la quale l'Iraq perderà il 40-45% di acqua in più. Ciò avrà conseguenze disastrose per l'Iraq ", ha detto a Sputnik l'esperto ambientale iracheno Latif Abd Salim.

Tuttavia l'esperto ritiene però che l'Iraq abbia gli strumenti poter cambiare la situazione a proprio favore.

"L'Iraq potrebbe risolvere la crisi idrica usando la pressione economica. Il giro d'affari commerciale tra Turchia e Iraq ammonta a miliardi di dollari all'anno… Il secondo modo: in Iraq c'è un enorme territorio arido che può essere offerto agli investitori turchi per lo sviluppo dell'agricoltura. Quindi per la Turchia sarebbe inutile bloccare le acque irachene. Se l'Iraq vuole coltivare prodotti agricoli per la Turchia, la politica idrica di Ankara cambierà", ha concluso l'esperto.    

Correlati:

Iraq, ministro del petrolio parteciperà al Forum economico di San Pietroburgo
I militanti in Siria e in Iraq hanno ricevuto circa 200 mila euro dal Belgio
Iraq: assassino del diplomatico russo condannato a morte
Tags:
Acqua, siccità, Turchia, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik