02:41 14 Dicembre 2018
La bandiera della Libia

Ministero degli Esteri: la Russia mantiene contatti con tutte le forze in Libia

© Sputnik . Andrey Stenin
Mondo
URL abbreviato
0 50

La Federazione Russa mantiene contatti con tutte le forze in Libia, compresi i rappresentanti delle autorità locali, incoraggiando tutti a un dialogo nazionale, ha dichiarato il Vice Ministro degli Affari Esteri Mikhail Bogdanov.

"Negli ultimi anni, siamo in contatto con quasi tutte le parti influenti in Libia, ad ovest, ad est e a sud, e, naturalmente, con la guida del Parlamento e la leadership del governo di Tripoli, con il maresciallo Haftar Khalifa, che è il comandante dell'esercito nazionale libico, con Saleh Akili, Presidente della Camera dei deputati e con il primo ministro e il capo del Consiglio di presidenza di Fayez al-Sarraj" ha detto ai giornalisti Bogdanov a margine del Forum SPIEF.

"Manteniamo contatti con tutti, tra cui alcune delle forze sociali e politiche in diversi settori. I rappresentanti delle autorità locali sono anche venuti da noi. Tutti siamo a favore di un dialogo nazionale inclusivo per tutti i libici per mettere gli interessi nazionali sopra di tutto, al fine di garantire l'unità e l'integrità territoriale dello stato, la sicurezza nella lotta contro gli estremisti e creare le condizioni per lo sviluppo sociale ed economico, compresa una cooperazione efficace e reciprocamente vantaggiosa. Spero che la Russia sarà in prima linea tra questi stati" ha detto.

In Libia, attualmente ci sono due governi, uno ad est della città di Tobruk dove ha sede il parlamento eletto dal popolo, e ad ovest nella capitale Tripoli, dove c'è il governo di consenso nazionale guidato da Fayez al-Sarraj formato delle Nazioni Unite e dall'Europa. Le autorità del paese ad est di Tripoli sono autonome e collaborano con l'esercito nazionale guidato dal maresciallo Khalifa Belqasim Haftar in una guerra di lunga durata con gli islamisti. La Libia ha cessato di esistere come stato unico dopo il rovesciamento e l'omicidio nel 2011 di Muammar Gheddafi durante il conflitto armato. 

Correlati:

NO: consigliere Gheddafi ha confermato che Sarkozy ha preso i soldi dalla Libia
Jaafari: Damasco non permetterà che la Siria faccia la fine dell'Iraq e della Libia
Aviazone USA: attacco aereo nel sud della Libia
Uomo d'affari francese: come riceveva i soldi dalla Libia Sarkozy
Tags:
guerra, guerra civile, Guerra, crisi in Libia, SPIEF 2018, il ministero degli Esteri, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik