17:28 24 Settembre 2018
Nicolas Sarkozy

NO: consigliere Gheddafi ha confermato che Sarkozy ha preso i soldi dalla Libia

© Sputnik . Ekaterina Chesnokova
Mondo
URL abbreviato
6210

L'ex consigliere di Muammar Gheddafi, Bashir Saleh, ha confermato che Nicolas Sarkozy ha ricevuto soldi dal governo libico per finanziare la sua campagna elettorale del 2007, scrive Le Nouvel Observateur.

Come ha detto un ex alto funzionario libico, Muammar Gheddafi aveva un bilancio speciale pari a 350 milioni di euro per il finanziamento di persone che ha voluto sostenere. L'ex consigliere di Muammar Gheddafi Bashir Saleh per la prima volta ha confermato che Nicolas Sarkozy ha ricevuto soldi dal governo libico per finanziare la sua campagna elettorale del 2007, riporta Le Nouvel Observateur.

La confessione dell'ex alto funzionario libico è andata in onda al programma Cash Investigation sul canale tv francese France 2. Come indicato, inizialmente, rispondendo alla domanda della conduttrice Elise Luce, Saleh ha dichiarato che "non dispone di alcuna informazione" su un eventuale finanziamento della campagna di Sarkozy. Tuttavia, nel corso di una conversazione con il giornalista Nicolas Beskovacci alla fine ha confermato che "i trasferimenti di denaro sono stati effettuati con l'aiuto di un ex direttore dell'intelligence militare libica, Abdalla Sensussi", tramite un "canale" presso il Ministero delle finanze Libia.

"Gheddafi aveva evidenziato un bilancio speciale per persone da supportare", ha ammesso il funzionario, aggiungendo che per questi obiettivi erano disponibili fondi per l'ammontare di 350 milioni. Come ricorda l'edizione, nel mese di marzo, nei confronti dell'ex presidente Nicolas Sarkozy sono state avviate le indagini con l'accusa di "corruzione passiva", finanziamento illecito della campagna elettorale e occultamento di fondi dal bilancio dello stato della Libia.

I documenti che testimoniano il finanziamento libico del governo della campagna elettorale di Sarkozy, sono stati individuati da una fonte di informazione di Mediapart nel mese di maggio 2012. Nel mese di novembre 2016 l'uomo d'affari franco-libanese Ziad Takkiedin ha confermato che lui personalmente ha trasportato 5 milioni in contanti da Tripoli a Parigi, per darli prima a Claude Gean e poi a Nicolas Sarkozy, a quel tempo ministro degli interni.

Correlati:

Finanziamenti libici a Sarkozy, l’affare ha anche un aspetto politico
Uomo d'affari francese: come riceveva i soldi dalla Libia Sarkozy
Figlio di Gheddafi sostiene di avere le prove delle accuse contro Sarkozy
Tags:
corruzione, Nicholas Sarkozy, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik