01:45 02 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
2011
Seguici su

I cosiddetti combattenti stranieri, partiti dal Belgio per la guerra in Siria e in Iraq, negli ultimi anni hanno ricevuto da parenti, amici e simpatizzanti in Belgio supporto per un totale di circa 200 mila euro, ha riferito mercoledì il giornale De Tijd.

La maggior parte dei fondi è stata trasferita attraverso la Western Union. I soldi son stati inviati agli intermediari in Libano e Turchia, che hanno portato i soldi ai destinatari finali in Siria e in Iraq.

Come riferito in precedenza dal quotidiano la Libre Belgique, i combattenti stranieri provenienti dal Belgio che si sono uniti ai ranghi dei terroristi in Siria e in Iraq sono più di 600, il numero riguarda i morti in Siria e in Iraq, e anche coloro che rimangono sul territorio di questi paesi o sono tornati in Belgio.

Correlati:

Ministro degli esteri del Belgio: dialogo necessario per risolvere crisi in Siria
Ministro Esteri del Belgio: Necessario dialogo con Russia per soluzione politica in Siria
Belgio: compresse di iodio contro il pericolo nucleare
Tags:
Terrorismo, Belgio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook