01:13 15 Dicembre 2018
Kirill Vyshinsky al Tribunale

Ministero degli Esteri dell'Ucraina non esclude scambio di Vyshinsky per Sentsov

© AP Photo / Victor Platov
Mondo
URL abbreviato
460

Kiev è pronta a prendere in considerazione tutte le opzioni per la liberazione dalla prigione russa di Oleg Sentsov, anche lo scambio con il capo redattore di Ria Novosti Ucraina, Kirill Vyshinsky ha detto il portavoce del ministero degli Esteri dell'Ucraina, Marina Bets.

"L'obiettivo principale, per il ministero degli Esteri e per il governo, è la liberazione dei prigionieri politici. Se questo accade con l'aiuto di un paese terzo saremo solo felici. Tutto è possibile. Non posso rivelare tutti i dettagli. Posso dire una cosa, che il processo di negoziazione non si ferma", ha detto Bets rispondendo a una domanda dei giornalisti sul possibile scambio, le sue parole sono state riportate dal Pjati Kanal.

Betz in seguito ha chiarito la posizione del ministero degli Esteri. "La citazione non è corretta, l'obiettivo principale per il ministero degli Esteri, e per il governo è la liberazione dei prigionieri politici", ha scritto su Twitter.

Il direttore generale di "Mia Rossiya Segodnya" Dmitry Kiselev in precedenza, parlando della possibilità di questo scambio, ha detto che in questo momento "tutti i mezzi sono buoni" e il giornalista deve essere liberato, ma la decisione la deve prendere lo stesso Vysinskij. Ha richiamato l'attenzione sul fatto che Sentsov è condannato per terrorismo e sovversione, e Vysinskij non ha fatto nulla di simile", allora "se questo scambio ci sarà, naturalmente, non sarà equivalente".

L'ucraino Oleg Sentsov, è stato condannato in Russia a 20 anni di carcere con l'accusa di organizzazione di un attentato in Crimea. Con questa condanna a 10 anni di carcere è stato anche condannato il complice Aleksandr Kolchenko. Ci sono altre due persone coinvolte in questo caso, Aleksej Chirnij e Gennady Afanasiev, condannati a sette anni di reclusione. All'inizio della scorsa settimana Sentsov ha dichiarato all'amministrazione della colonia a Jamal dove sta scontando la pena, che si rifiuta di mangiare.

Detenzione e perquisizioni

Il capo redattore Kirill Vyshinsky è stato arrestato a Kiev, la mattina del 15 maggio vicino  casa sua, di notte è stato trasferito a Kherson. Il giornalista è sospettato di tradimento e di sostenere le repubbliche autoproclamate del Donbass. Rischia fino a 15 anni di reclusione. Secondo la moglie del detenuto, ha problemi di salute e non può fare a meno dei farmaci. Ora perquisizioni sono state effettuate anche all'ufficio di rappresentanza di Ria Novosti a Kiev e a casa di alcuni dipendenti, 47 persone sono state chiamate per essere interrogate. Dopo due giorni la corte di Kherson ha deciso di mettere il giornalista in carcere senza diritto di cauzione per 60 giorni. La difesa intende protestare contro questa decisione.

La reazione in Russia e nel mondo

Il Cremlino ha condannato fermamente l'azione dell'Ucraina, promettendo di prendere misure di ritorsione. Mosca ha inviato a Kiev alcune note di protesta con la richiesta di fermare la violenza contro i rappresentanti dei media. L'OSCE ha espresso grave preoccupazione in relazione alle azioni delle autorità ucraine. La detenzione del giornalista, inoltre, è stata condannata dall'organizzazione internazionale "Reporter senza frontiere". Venerdì nel centro di Mosca, di fronte all'ambasciata dell'Ucraina ci sono state azioni a sostegno dei giornalisti di Ria Novosti e Ria Novosti Ucraina, hanno partecipato più di 200 persone.

Correlati:

Ucraina, perquisito l’ufficio di RIA Novosti a Kiev
Ucraina, respinto alla frontiera giornalista russo di Ria Novosti
Il Consiglio dei Ministri dell'Ucraina rifiuta di accreditare giornalisti Ria Novosti
Tags:
arresti, arresto, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik