12:04 14 Dicembre 2018
Foto dell'occhio spaziale fatta con il telescopio Hubble.

Scienza, trovati gli oggetti più antichi nell'universo

© Foto: ESA/Hubble & NASA
Mondo
URL abbreviato
261

Un gruppo internazionale di astronomi ha scoperto stelle nate 250 milioni di anni dopo il Big Bang, circa 300 milioni di anni prima dell'era della reionizzazione, quando il processo di formazione stellare ha avuto luogo in tutto l'universo. Lo riporta Science Alert.

La più antica galassia, MACS1149-JD1, lontana dalla Terra 13,28 miliardi di anni luce, è stata trovata utilizzando il radio telescopio Atacama Large Millimeter Array in Cile. Gli scienziati hanno identificato nel segnale, ricevuto dall'apparecchiatura, tracce della presenza di atomi di ossigeno neutro, che si formano all'interno delle stelle ed entra nel mezzo interstellare nella fase finale della loro esistenza. Gli atomi sono ionizzati quando esposti alle radiazioni di altre stelle e iniziano ad emettere luce nella regione infrarossa dello spettro.

Gli scienziati sono giunti alla conclusione che 13,28 miliardi di anni fa nella galassia MACS1149-JD1 esistevano già e morivano un'intera generazione di stelle. Le osservazioni sono coerenti con il modello che prevede l'apparizione delle prime stelle nei primi 250 milioni di anni. Secondo la teoria, il primo scoppio di formazione stellare ha esaurito quasi tutto il gas nella galassia, sopprimendo la comparsa di nuove stelle. Le stelle della prima generazione erano molto massicce e rilasciavano la sostanza per la seconda generazione.    

Correlati:

Russia contraria alla revisione dei confini dello spazio
Spazio, il pane degli astronauti si manterrà fresco per due anni
Un razzo completamente stampato può andare nello spazio?
Tags:
Scoperta, Astronomia, ricerca scientifica, spazio
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik