14:53 17 Agosto 2018
Colloqui sulla Siria ad Astana

Siria, discusso ad Astana accordo sull'allentamento della tensione

© AP Photo / Sergei Grits
Mondo
URL abbreviato
130

L'attuazione del memorandum per la de-escalation e l'istituzione di una commissione costituzionale sono stati i principali argomenti trattati nel corso del nono round di negoziati di Astana sulla Siria. Lo riferisce un comunicato del ministero degli Esteri turco.

Il nono round dei negoziati di Astana sulla Siria si è concluso oggi, martedì 15 maggio. In una dichiarazione congiunta, i paesi garanti hanno fatto sapere che il prossimo round di negoziati si terrà a Sochi, in Russia, e non come al solito nella capitale kazaka.

Inoltre, i paesi garanti hanno concordato di tenere consultazioni con i rappresentanti delle Nazioni Unite e le parti in conflitto all'inizio dei lavori della commissione costituzionale.

"Durante l'incontro, i partecipanti si sono concentrati principalmente sull'attuazione del memorandum di de-escalation e sull'istituzione del comitato costituzionale, annunciata dal congresso per il dialogo siriano. Si è discusso altresì di lotta contro il terrorismo e del miglioramento dell'introduzione degli aiuti umanitari in Siria", si legge nel comunicato.

La Turchia ha espresso il proprio disaccordo riguardo l'evacuazione forzata della Gutha orientale e della parte settentrionale di Homs, così come per la legge che porterà alla confisca dei beni dei rifugiati e degli sfollati siriani.

A margine dei colloqui si è tenuto anche il secondo incontro del gruppo di lavoro per il rilascio dei detenuti.    

Correlati:

Siria, delegazione USA non partecipa ai colloqui di Astana
Ex ambasciatore israeliano in USA commenta divergenze tra Russia e Israele sulla Siria
Erdogan accusa USA e Israele della destabilizzazione della Siria
Tags:
De-escalation, Negoziati, lotta contro il terrorismo, Situazione in Siria, Astana, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik