19:51 27 Maggio 2018
Roma+ 25°C
Mosca+ 22°C
    Polizia militare brasiliana

    Esperto: la criminalità in Brasile va combattuta con le riforme e non con le armi

    © AFP 2018 / CHRISTOPHE SIMON
    Mondo
    URL abbreviato
    120

    Per combattere la criminalità brasiliana sono necessarie riforme alla giustizia, alla polizia e al sistema carcerario. Lo ha dichiarato a Sputnik Brasile l’ex capo dello stato maggiore della polizia militare di Rio de Janeiro ed esperto militare Robson Rodrigues.

    Rodrigues ha sottolineato che è sbagliato affrontare la violenza in Brasile come se fosse in corso una guerra civile, dal momento che le bande criminali non sono di stampo ideologico e non hanno come obiettivo il rovesciamento del governo. Bisogna piuttosto, suggerisce l'esperto, analizzare la violenza in Brasile attraverso il prisma dell'economia dal momento che l'America Latina è un importante esportatore di cocaina a livello mondiale.

    "Nel mercato ufficiale le dure controversie sono tuttavia tenute sotto controllo, dato che questo mercato è regolato dallo stato. Un altro discorso è invece il mercato nero che si espande soprattutto attraverso la violenza", ha detto Rodrigues.

    A suo avviso, tutti i tentativi di combattere la produzione di droga con la violenza sono stati fallimentari.

    "La lotta contro la droga… è stata catastrofica. Non ha raggiunto i suoi obiettivi e ha prodotto più violenza… il crimine organizzato non esiste solo nelle favelas. La vendita al dettaglio è solo la punta di un iceberg", afferma l'esperto.

    Riguardo le dichiarazioni di alcuni politici brasiliani che sostengono che si potrebbe porre fine alla violenza attraverso il controllo dei confini, Rodrigues pensa che si tratti solo di una utopia.

    "La maggior parte delle armi che utilizzate dai criminali… sono di produzione nazionale. La nostra industria è uno dei leader mondiali nella vendita e l'esportazione di armi al mondo", ha concluso l'esperto.

    Nel 2016 in Brasile sono stati commessi 61.238 omicidi, una quantità superiore rispetto a paesi dove sono in corso conflitti armati come Siria (33.425), Myanmar (13.688), Iraq (13.187) e Afghanistan (3.438).    

    Correlati:

    Terrorismo, Russia a colloquio con Argentina e Brasile per database
    Il Brasile non è pronto per missioni pacificatrici in Africa
    Brasile, Corte Suprema vota il carcere per ex presidente Lula
    Tags:
    esperto, Criminalità, droga, riforme, Brasile
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik