13:40 26 Maggio 2018
Roma+ 26°C
Mosca+ 18°C
    Un lungomare a Eupatoria, Crimea

    Sindaco francese colpito dal patriottismo dei cittadini della Crimea

    © Fotolia / Golicin
    Mondo
    URL abbreviato
    0 180

    Il sindaco della città francese di Marignane, Erik Le Disse, ha dichiarato di essere felicissimo del patriottismo dei Crimeani e rispetta la loro decisione della riunione della regione con la Russia.

    "Ammiro il patriottismo, nel vostro cuore, nei vostri occhi, questo amore per la vostra bandiera. Circa il 50% della popolazione francese ha la stessa visione della propria bandiera nazionale", ha detto Le Disse in un incontro con i politici della Crimea, riferisce Sputnik.

    Il politico francese ha sottolineato che si sente a suo agio nella penisola.

    "Sono un uomo libero, e se intendo venire in Crimea a condividere certe cose tra i nostri popoli, nessuno può proibirmi di farlo", ha detto.

    Le Disse ha anche detto che rispetta la decisione del popolo di Crimea di indire un referendum sulla riunificazione con la Russia.

    "Penso che sia vero che le persone si siano espresse in modo libero, e se sono qui oggi, rispetto la decisione che la Crimea ha preso nel riunirsi con la Russia in modo indipendente", ha detto il sindaco.

    Secondo lui non si deve limitare i diritti dei cittadini della Crimea alla libertà e alla scelta della loro appartenenza territoriale.

    "Camminando per Eupatoria vediamo persone felici. Tutto andrà bene in Crimea" ha affermato Le Disse.

    Le Disse ha aggiunto di non aver paura di eventuali sanzioni per un viaggio in Crimea. "Sono libero di fare ciò che posso. Le sanzioni sarebbero che non potrò più andare in Ucraina? e io non ci vado. È una sanzione?" Ha detto il politico.

    Ha anche sottolineato che i bambini francesi possono recarsi in Crimea senza impedimenti. "Abbiamo concluso un accordo, avremo la possibilità di organizzare molte attività. Non c'è motivo per cui questo non dovrebbe essere organizzato. Infatti, i bambini francesi possono recarsi nella città di Eupatoria per delle cure. Non c'è motivo di impedirlo", ha detto il sindaco.

    A sua volta, il capo dell'amministrazione di Eupatoria, Andrey Filonov, ha suggerito che la parte francese dovrebbe valutare la possibilità di condividere esperienze nello sviluppo del turismo per bambini.

    "Eupatoria è una località di cura per bambini, dove si presta molta attenzione al problema dello sviluppo infantile e all'educazione dei bambini in età precoce. Sarebbe interessante per noi fare un progetto comune in termini di condivisione delle esperienze e della metodologia dell'educazione nella prima infanzia. Ad esempio, si potrebbe realizzare un centro congiunto per lo sviluppo dei bambini in tenera età" ha detto Filonov.

    La delegazione francese è in Crimea per una visita di tre giorni, è stato firmato un accordo tra la località turistica di Eupatoria e la città francese di Marignane.

    Correlati:

    Un'unica forza europea militare: perché la Gran Bretagna sostiene la Francia?
    Francia contro la lingua lunga
    Studenti ucraini svolgono praticantato in Crimea, aggirando l'SBU
    Ucraina: perché Kiev non può pretendere la Crimea
    Naftogas: la Russia deve risarcire l’Ucraina per le perdite in Crimea
    Tags:
    Crimea, Crimea, Scambio, Crimea e diritto internazionale, Crimea, Sputnik, Crimea
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik