19:52 27 Maggio 2018
Roma+ 25°C
Mosca+ 22°C
    Un'ambulanza vicino a Baghdad

    Iraq: assassino del diplomatico russo condannato a morte

    © AFP 2018 / KARIM SAHIB
    Mondo
    URL abbreviato
    290

    La Corte penale centrale irachena ha condannato a morte per impiccagione il terrorista accusato dell'omicidio di un diplomatico russo pugnalato a morte nel 2006, secondo una dichiarazione del rappresentante iracheno del Consiglio Supremo Giudiziario dell’Iraq Abdel Sattar Birkadara ricevuta da Sputnik.

    "Il Consiglio Supremo Giudiziario ha condannato a morte uno dei terroristi che sono stati accusati di aver ucciso uno dei diplomatici russi in Iraq nel 2006", ha detto Birkadar.

    Secondo lui, l'imputato ha confessato il rapimento di quattro stranieri insieme a un gruppo armato. Birkadar ha osservato che due diplomatici furono fucilati e altri due furono uccisi.

    Egli ha aggiunto che il terrorista accusato è stato coinvolto nell'uccisione di uno dei diplomatici, dopo di che, insieme con il gruppo armato si è sbarazzato dei corpi gettandoli nel fiume Tigri.

    Il 3 giugno 2006 fu commesso un attentato contro i dipendenti dell'ambasciata russa a Baghdad. Il diplomatico russo Vitaly Titov rimase ucciso. Gli assalitori hanno rapito e poi ucciso il segretario dell'ambasciataFyodor Zaitsev e i dipendenti dell'ambasciata Rinat Agliulin, Anatoly Smirnov e Oleg Fedoseyev.

     

    Correlati:

    Attivista dei diritti umani commenta l'ergastolo alle russe in Iraq
    Iraq: 19 russe condannate all'ergastolo per la partecipazione all'ISIS
    Elezioni in Iraq, trovare una maggioranza sarà peggio che in Italia
    Tags:
    Attentato, Attentato, Attentati, ambasciata, Iraq
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik