13:55 26 Maggio 2018
Roma+ 26°C
Mosca+ 18°C
    USA-Israele-Iran

    Tensione USA-Iran, la decisione di Washington è pericolosa anche per la Turchia

    Mondo
    URL abbreviato
    2160

    Sputnik ha chiesto a due esperti turchi di commentare l'escalation di tensione tra Stati Uniti, Israele e l'Iran, scoppiata dopo l'annuncio del ritiro degli USA dal contratto sul nucleare iraniano, così come le possibili conseguenze di questo processo per la Turchia.

    Il politologo Ozdemir Akbal pensa che il periodo di "disgelo" tra gli Stati Uniti e l'Iran, osservato durante la lotta contro l'ISIS in Siria, è finito. Ora che il pericolo del terrorismo in Siria è scemato, Washington e i suoi alleati sono tornati al loro obiettivo principale: il rovesciamento di Assad.

    "Gli interessi degli alleati degli Stati Uniti nella regione, Israele e Arabia Saudita, sono in conflitto con l'idea di rafforzare il potere di Assad in Siria, e con il riconoscimento dell'influenza dell'Iran, dimostrata dalla crescente presenza politica nel Mediterraneo. In queste condizioni gli Stati Uniti hanno espresso la propria decisione di ritirarsi dall'accordo sul nucleare iraniano", ha sottolineato Akbal.

    A sua volta, l'esperto di strategia militare Naim Babyuroglu sottolineato che le azioni in corso indicano che gli Stati Uniti e Israele hanno di fatto iniziato una guerra contro l'Iran, che in futuro sarà combattuta su due fronti principali: in Siria e in Libano.

    "Gli Stati Uniti cercheranno di indebolire l'Iran dall'interno… Israele e gli Stati Uniti non attaccheranno direttamente l'Iran, cercheranno di indebolirlo attraverso regolari attacchi contro le sue posizioni in Siria e contro gli Hezbollah in Libano. Di conseguenza, l'obiettivo sarà quello di porre fine alla presenza dell'Iran in Siria e in Iraq", ha spiegato l'esperto.

    A suo parere, un altro obiettivo degli USA è quello di tagliare i legami tra Iran e Libano. Uno scopo in parte raggiunto, ha asserito, dal momento che il 30% delle terre siriane sono state prese sotto il controllo del Partito kurdo dell'Unione Democratica.

    Babyuroglu ha anche sottolineato il fatto che l'escalation della tensione tra gli Stati Uniti, Israele e l'Iran rappresenta una seria minaccia per la Turchia, che ha una frontiera comune con l'Iran e lavora con le autorità iraniane a stretto contatto in una serie di settori importanti della regione.

    "Un conflitto intorno all'Iran può causare una nuova ondata di migranti che influenzerebbe negativamente la Turchia in senso demografico, culturale, sociale ed economico", ha spiegato l'esperto.

    Secondo lui, la Turchia per evitare gli effetti negativi e potenzialmente pericolosi per i suoi interessi dovrà stare dalla parte dell'Iran e dei suoi alleati.

    "Naturalmente, in questo processo, la Turchia dovrebbe stare vicina a Iraq, Iran, Siria e Russia. Sono in questo modo può essere ridotta o eliminata del tutto la minaccia diretta contro di essa. Altrimenti, questa situazione può avere un impatto molto negativo sul processo di risoluzione del conflitto siriano, nei negoziati ad Astana e nella situazione regionale nel suo complesso", ha concluso Babyuroglu.    

    Correlati:

    Mosca: rinuncia USA ad accordo nucleare con Iran viola risoluzione ONU
    Scontro USA-Iran, Arabia Saudita interverrà se scarseggerà petrolio nel mercato
    A Mosca sicuri, l'uscita degli USA da accordo nucleare un passo verso la guerra con l'Iran
    Tags:
    pericolo, Minaccia, Accordo nucleare, tensione, esperti, Turchia, Iran, Israele, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik