12:54 15 Agosto 2018
Ankara

Politico: sanzioni USA a Turchia per S-400 sono inaccettabili

© Sputnik . Anton Denisov
Mondo
URL abbreviato
4132

L’introduzione di sanzioni da parte degli USA contro la Turchia per l’acquisto dei sistemi missilistici russi S-400 si rifletterà negativamente sulle relazioni bilaterali. Lo ha dichiarato a Sputnik Berat Chonkar, deputato del Partito per la Giustizia e lo Sviluppo (AKP).

"Un passo simile anzitutto non corrisponderebbe alla comprensione delle relazioni alleate tra i membri della NATO, e,in secondo luogo, avrebbe un impatto negativo sulle relazioni tra i due paesi che stanno attraversando un periodo difficile. Considero questa iniziativa assolutamente priva di significato", ha affermato Chonkar.

Secondo lui, la Turchia si aspetta che gli Stati Uniti intraprendono delle azioni volte a costruire la fiducia tra i due paesi. 

"Se alla fine si dovesse arrivare alle sanzioni, gli Stati Uniti, come alleato della NATO, non saranno in grado di portare alla Turchia argomenti convincenti a favore di questa fase. Ciò porterà inevitabilmente a una spaccatura all'interno della stessa NATO, all'emergere di tensioni… Una tale iniziativa da parte degli Stati Uniti è inaccettabile. Parlando di questioni di sicurezza, la Turchia si aspetta che gli Stati Uniti, alleati della NATO da 70 anni, perseguano una politica che considera la sicurezza della Turchia prioritaria. Da questo punto di vista, l'imposizione di sanzioni contro la Turchia sarà un passo errato e male considerato", ha detto il politico.

Chonkar ha spiegato che la Turchia è pronta a prendere in considerazione tutte le alternative di cooperazione in caso di introduzione di sanzioni americane.

"La Turchia continua ad impegnarsi per i progetti realizzati in collaborazione con i suoi alleati, ma se contro di lei si manifesterà ingiustizia e un comportamento inaccettabile, sarà pronta a prendere in considerazione modi alternativi di cooperazione nel zona… l'imposizione di sanzioni significherebbe perdite molto gravi per gli Stati Uniti. Stiamo vivendo un periodo in cui i giocatori devono garantire congiuntamente la sicurezza della nostra regione, come del mondo nel suo complesso. Qualsiasi passo irresponsabile intrapreso lungo questa strada non sarà lasciato senza una risposta adeguata", ha concluso il politico.

L'eventuale introduzione di sanzioni contro Ankara comprometterebbe il programma per la produzione congiunta di aerei da combattimento, che vede la partecipazione di diverse aziende turche che producono parti per l'F-35. Di conseguenza la produzione sarà sospesa.

In precedenza, il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, il ministro degli esteri del Paese, ha dichiarato che l'abolizione della vendita degli F-35 alla Turchia è inaccettabile, e ha promesso di discutere la questione durante la sua visita negli Stati Uniti la prossima settimana. Secondo il ministro turco, se Washington bloccherà le forniture, Ankara sarà costretta a reagire.    

Correlati:

“La Turchia ritira il suo oro dagli USA per l'indipendenza dal dollaro”
Siria, la Russia registra 5 violazioni della tregua e la Turchia altre 3
La Turchia avvia produzione in serie dei propri carri armati
Tags:
F-35, s-400, Sanzioni, Parere personale, NATO, USA, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik