08:47 21 Novembre 2018
Bandiera della Germania

Politico tedesco: maggioranza tedeschi sostiene abolizione delle sanzioni contro Russia

© AP Photo / Gero Breloer
Mondo
URL abbreviato
2120

La revoca delle sanzioni reciproche incontra gli interessi sia della Russia che della Germania. Lo ha dichiarato il Primo Ministro del lander Meclemburgo-Pomerania Anteriore Manuela Schweizig, citato dal Die Welt.

"Credo che sia nell'interesse sia della Russia che della Germania porre fine alle sanzioni reciproche", ha detto la Schweizig. Per farlo, continua, entrambe le parti dovrebbero "avvicinarsi l'una all'altra", ma anche la Russia ha il dovere di "contribuire", ha aggiunto. 

"Dopo quattro anni di sanzioni economiche reciproche constatiamo che non hanno raggiunto il loro obiettivo", ha sottolineato Schweizig. Nel Meclemburgo-Pomerania Anteriore le sanzioni hanno principalmente influenzato l'agricoltura e "ai contadini non si può dire che la situazione è migliorata dal momento che non possono vendere il loro formaggio".

Nella Germania orientale la Schweizig sta cercando di raggiungere un compromesso sulle sanzioni con i rappresentanti di altri partiti."Ad esempio, il mio collega Rainer Haseloff del Sassonia-Anhalt è d'accordo con me. Vuole anche la revoca delle sanzioni reciproche. La cooperazione nell'economia è migliore dell'isolamento", ha affermato la Schweizig. 

Ella ha osservato che molti abitanti del lander "vogliono che la Germania costruisca un ponte con la Russia". Non solo i tedeschi dell'Est, ma anche "la maggior parte degli abitanti di tutta la Germania" vogliono il dialogo con Mosca, ha concluso il politico.    

Correlati:

WSJ: la Germania chiede agli USA di liberarla dalle sanzioni contro la Russia
In Germania dubitano dell'efficacia delle sanzioni anti-russe
Germania, striscione allo stadio esorta alle sanzioni contro la Russia
Germania: le perdite stimate per le sanzioni anti-russe ammontano a €100 miliardi
Tags:
Dialogo, Cooperazione, relazioni, Sanzioni, Russia, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik