22:24 08 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
10191
Seguici su

Il generale Yahya Rahim Safavi, assistente del leader supremo iraniano, l'Ayatollah Ali Khamenei, ha affermato che gli Stati Uniti stanno trasferendo in Afghanistan i militanti dell’ISIS. Lo riporta l'agenzia Tasnim.

"Le autorità americane hanno ammesso la creazione dell'ISIS, e oggi abbiamo le prove che stanno trasferendo l'ISIS in Afghanistan", ha detto Safavi. 

Secondo lui, gli Stati Uniti stanno distruggendo l'intera regione e la presenza di questo paese in Medio Oriente non è sicura. 

"Se oggi Trump solleva questioni circa l'accordo sul nucleare iraniano è a causa delle battute d'arresto che ha subito in Iran. Gli americani sono costretti a lasciare la Siria e ritirarsi dall'Asia occidentale, e non possono farcela con il grande popolo dell'Iran", ha aggiunto Safavi. 

In precedenza, il capo dello Stato Maggiore iraniano Mohammad Bakeri aveva esternato i suoi sospetti circa il piano degli USA di trasferire i militanti dell'ISIS in Afghanistan. Anche l'ex ministro della Difesa iraniano, Ahmad Vahidi, aveva asserito che "le forze occidentali" dopo la sconfitta dell'ISIS in Siria e in Iraq avrebbero trasferito i militanti di questa organizzazione in Afghanistan e Asia centrale.    

Correlati:

I paesi della NATO propongono di inviare altri 1.500 militari in Afghanistan
Afghanistan, Lavrov rivela quando sarà prossimo incontro gruppo SCO
Afghanistan: un anno dopo la "madre di tutte le bombe"
Tags:
militanti, trasferimento, Terrorismo, ISIS, Afghanistan, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook