06:20 20 Novembre 2018
Una veduta di Kerch dall'alto

Ammiraglio ucraino: prepararsi al blocco dello stretto di Kerch

Mondo
URL abbreviato
9344

Per Kiev è necessario essere pronti con l'organizzazione navale per il blocco dello stretto di Kerch da parte della Russia, ha dichiarato in un'intervista al portale "Obozrevatel" l'ex-ministro della difesa, ammiraglio di riserva Igor Kabanenko.

In precedenza, il servizio nazionale della frontiera ucraina ha detto che la controparte russa ogni giorno si ferma nel mare d'Azov per i controlli di sicurezza nella corte ucraina. Alla guardia di frontiera dell'FSB in Crimea hanno spiegato che il controllo di navi straniere si svolge in conformità con il diritto marittimo internazionale. Reclami da parte degli armatori non sono arrivati, hanno sottolineato. Commentando queste informazioni, l'ammiraglio ha detto che per la frontiera ucraina è necessario elaborare la possibilità di organizzare una scorta di navi civili, militari.

Secondo lui, "le misure per la detenzione o l'ispezione di navi del convoglio si qualificherebbero come un attacco contro un convoglio militare, cioè un atto di aggressione, con i rispettivi diritti e doveri per le navi militari per affrontarla".

L'ammiraglio ha aggiunto che le guardie di frontiera ucraine devono prepararsi ai vari "negativi scenari", tra cui il blocco del passaggio delle navi attraverso lo stretto di Kerch nei porti di Mariupol e di Berdiansk.

Inoltre, ritiene l'ammiraglio, Kiev, in risposta "all'uso dei russi delle rotte marittime interne dell'Ucraina", deve rafforzare il pattugliamento in mare. Si è anche lamentato delle promesse USA per l'Ucraina per le motovedette di classe Island che non sono state fornite.

La situazione nel mar d'Azov si è aggravata alla fine di marzo, dopo che le guardie di frontiera ucraine hanno fermato la nave "Nord" sotto bandiera russa con 10 membri dell'equipaggio, tutti cittadini della Russia. Kiev li ritiene cittadini ucraini. Il proprietario ha detto che il fermo della nave è una violazione della legge e l'atto delle guardie di frontiera è pericoloso per la vita dei membri dell'equipaggio. L'FSB della Crimea ha sollevato il caso con l'articolo 211 del codice penale per il "Dirottamento di una nave o mezzo di trasporto marittimo o materiale rotabile".

Correlati:

L'FSB si occuperà della lotta al bracconaggio ucraino nel Mar d'Azov
Autorità ucraine vogliono approfondire il fondale del mar d’Azov
In colonia vicino Kiev addestrati bambini dal gruppo paramilitare neonazista “Azov”
Tags:
navi, FSB, Crimea
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik