04:04 26 Maggio 2018
Roma+ 17°C
Mosca+ 9°C
    La bandiera dell'Israele

    Israele: la "linea calda" della base aerea in Siria

    © Sputnik . Vladimir Astapkovich
    Mondo
    URL abbreviato
    8328

    La "linea calda", attiva da quasi tre anni tra militari israeliani e i loro colleghi russi in Siria, nei primi mesi ha contribuito a prevenire un grave incidente, quando un aereo è quasi entrato nello spazio aereo dello stato ebraico, ha detto in un'intervista a Sputnik l'ex ministro della difesa Israeliano Moshe Yaalon.

    Yaalon è stato uno dei creatori della "linea calda", che dall'autunno del 2015 consente alle forze armate dei due paesi di evitare collisioni accidentali e altri pericolosi incidenti durante lo svolgimento delle operazioni in Siria.

    "La"linea calda" salva la vita, poiché consente di evitare incomprensioni. All'inizio della presenza russa c'è stato un caso, un pilota russo ha quasi attraversato il nostro confine sulle alture del Golan. Se si fosse trattato di un aereo siriano, sarebbe stato abbattuto. Ma ci siamo resi conto che era un aereo russo, e abbiamo usato la "linea calda" per la comunicazione, alla base militare: "il vostro aereo sta per entrare nel nostro spazio aereo. Attenti!" ha detto Yaalon.

    "Il problema è stato risolto immediatamente. Se fosse stato un aereo siriano, lo avremmo probabilmente abbattuto", ha aggiunto. Circa un anno prima gli israeliani in simili circostanze hanno abbattuto sulle alture del Golan un bombardiere Su-24 siriano.

    Un canale diretto di comunicazione tra la base di Hmeimim e il centro di comando Kyria a Tel Aviv, è stato lanciato quasi contemporaneamente all'arrivo in Siria del raggruppamento di aeromobili. Entrambe le parti parlano di efficienza "del meccanismo di de-conflittizzazione", come lo chiamano gli israeliani, ed esprimono interesse a continuare il lavoro. Israele, da parte sua, è interessata a mantenere la libertà di azione in Siria. Nei media stranieri più di una volta sono apparse informazioni sul coinvolgimento dell'aviazione nel bombardamento di magazzini e convogli dello stato vicino, anche dopo la comparsa dell'aviazione russa.

    Le autorità di Israele, di solito, non commentano, ma esprimono la volontà di usare la forza per impedire una guerra iraniana ai confini settentrionali dello stato ebraico.

    Correlati:

    USA ritengono autentici documenti di Israele su programma nucleare Iran
    La Russia sarà al fianco di Israele in caso di attacco da parte dell'Iran
    In Israele soddisfazione per i raid occidentali in Siria: “segnale a Damasco e Teheran”
    Tags:
    Siria, azioni russe in Siria, Aviazione, Israele
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik