21:54 18 Agosto 2018
Terra e Luna

L'universo è un uovo e la luna non è reale: appunti da una conferenza di terrappiattisti

© Foto : pixabay
Mondo
URL abbreviato
424

Michael Marshall ha partecipato al raduno annuale di coloro che condividono l'incrollabile convinzione che la Terra sia piatta.

C'è stata una presentazione di tre ore che sosteneva che l'universo è un uovo gigante. C'era un musicista di Manchester che ha postulato che la Terra ha la forma di un diamante. E un altro che crede che la luna sia una proiezione.

Benvenuti alla Flat Earth Convention del Regno Unito, una partenza rauca delle norme scientifiche in cui le persone sono libere di credere letteralmente a qualsiasi cosa.

"Quando le persone mi chiedono in cosa credo, non posso dire di credere in qualcosa al 100%", Gary John dice al pubblico durante il suo discorso di apertura. "Eccetto il fatto che non viviamo su un globo".

Questa convinzione incrollabile è uno dei pochi punti di totale accordo per il pubblico di 200 persone al raduno di questa settimana. C'è meno consenso, tuttavia, su quale sia la forma effettiva della Terra: alcuni credono che sia un disco con il circolo polare artico nel mezzo; alcuni credono che il cerchio sia sotto una cupola, al di sopra del quale può esserci o non può esserci una distesa d'acqua; altri credono che la Terra sia solo una serie di laghi in una vasta distesa di ghiaccio; e altri ancora credono che la Terra esista sotto quattro anelli cosmici all'interno di un gigantesco universo a forma di uovo.

La maggior parte non crede nello spazio; nessuno crede che l'umanità sia mai arrivata lì.

Un oratore, il musicista di Manchester Darren Nesbitt, respinge completamente il modello circolare della Terra, correttamente sostenendo che il Sole dovrebbe spostarsi più velocemente a Sud per passare intorno al bordo esterno del cerchio, cosa che non corrisponde alle nostre osservazioni.

"Non puoi semplicemente fidarti di YouTube", implora il pubblico durante il suo discorso, "devi essere la tua autorità".

La Terra, secondo Nesbitt, è più probabilmente una forma di diamante, con lo spostamento tra Est e Ovest facilitato da portali spazio-tempo della quarta dimensione lungo i bordi, consentendo una versione della realtà simile a quella di Pac-Man, dove il viaggiatore scomparendo da un lato dello schermo appare poi dal lato opposto. Questo diamante è appoggiato su sette pilastri circolari, "perché a Dio piace il numero sette". Questa versione, spiega, si adatta meglio alle prove, ed è supportata dalla Bibbia, nel libro di Giobbe.

Diversi relatori nel corso del weekend prendono tempo per sottolineare che l'evoluzione è un mito, accompagnato da occasionali chiacchierate di "uomini scimmia!" dai membri del pubblico.

A loro merito, ci sono membri della comunità dei terrappiattisti che sono determinati a confutare il modello del globo attraverso esperimenti scientifici: alcuni usano laser ad alta potenza sopra corpi idrici per cercare di osservare qualsiasi curvatura, altri creando complessi modelli 3D per spiegare i movimenti del Sole e delle stelle.

Sebbene queste idee siano persistite per generazioni, il moderno fenomeno dei terrappiattisti è sorprendentemente recente. Quando ho incontrato la comunità per la prima volta nel 2013, le argomentazioni dei Flathearters si trovavano su qualche forum disperso, con qualche disputa sul fatto che i sostenitori credessero effettivamente nelle teorie che sostenevano o se semplicemente godessero della ricerca intellettuale di argomentare una posizione insostenibile. Tuttavia, se ci fossero miscredenti tra i 200 partecipanti alla conferenza, erano eccezionalmente convincenti; sembra ci sia poco da dubitare sulla sincerità dei moderni sostenitori della Terra piatta.

Quasi tutti i relatori sono entrati nel Flat Earth negli ultimi cinque anni: Nesbitt "è diventato" un Flat Earther nel 2015; Gary John ha trovato il movimento nell'agosto 2015; Martin Liedtke nel 2015. Quasi tutti, relatori e partecipanti allo stesso modo, accreditano la loro conversione al terrapiattismo a YouTube, guardando video come quelli prodotti dalla star Mark Sargent di American Flat Earth.

La fama nel mondo di Flat Earth non è priva di insidie come dimostra la posizione di Sargent nel movimento britannico. Sargent è stato incaricato di intervenire alla conferenza, prima di rilasciare delle interviste alla BBC e a Good Morning Britain, in cui ha parlato della sua convinzione che la Terra esista sotto una cupola, come un manto nevoso. Queste interviste hanno riflettuto scorrettamente le idee della comunità, mi ha spiegato Gary durante il pranzo, così ha contattato Sargent per esprimere le sue preoccupazioni sulle interviste e su come sono state percepite dai membri della comunità di Flat Earth. In risposta, Sargent si è ritirato pubblicamente e in modo acrimonioso dalla conferenza.

L'influenza di Sargent persiste, tuttavia: un partecipante durante il pranzo mi ha mostrato la sua prova preferita della piattezza della Terra, un video che mostra una vista laterale da un software di tracciamento aereo, creato da Mark Sargent.

"Mostra l'altezza degli aerei mentre volano", mi disse, eccitato. "Se la Terra fosse rotonda, vedremmo che le loro altezze cambiano tutte mentre sorvolano la curvatura della Terra!"

"Non sta misurando l'altitudine?" Ho chiesto, "Quindi questa è l'altezza dal livello del mare. Se il terreno si curvasse e il percorso del piano si curvasse naturalmente con esso, allora rimarrebbe alla stessa distanza da Terra, che è esattamente ciò che vediamo in quel video, no?"

Si ferma per un momento.

"È interessante", ha detto, "dovrò pensarci".

Dave Marsh, un manager del NHS del Derbyshire che è arrivato alla convinzione della piattezza della Terra a novembre 2016, ha monitorato il movimento della Luna nel cielo per comparare le proprie osservazioni con quelle del modello "globale".

I risultati del suo esperimento nel cortile erano diversi dai dati che ha trovato online, portandolo a concludere che "la luna è una proiezione, messa lì per una ragione, che potremmo studiare per altri mille anni e non capire mai". Uno sperimentatore più cauto potrebbe guardare all'accuratezza della propria attrezzatura prima di trarre conclusioni così radicali, ma è difficile non ammirare il suo impegno.

Gli altri oratori non si concentrano sulla sperimentazione, ma sull'osservazione e sul "buon senso". Dave Murphy, una specie di celebrità nel movimento Flat Earth dopo essere apparso sulla TV macedone nel 2016, ha dedicato il suo discorso a "smascherare gli sfatatori" respingendo in modo esponenziale argomenti da fisici globalisti come Neil Degrasse Tyson. Era difficile non rimanere affascinati dalla fiducia e dal carisma di Dave mentre ci portava attraverso alcune delle sue confutazioni delle critiche rivolte alle sue teorie, anche se la sua comprensione della distanza, della scala e del movimento dei corpi in un sistema chiuso lasciava molto a desiderare.

È interessante notare che quando si è trattato di ridimensionare alcune delle teorie avanzate dai sostenitori della Terra piatta, inclusa la teoria della "luna trasparente" e della falsa idea che le fotografie possano mostrare nuvole che passano dietro al Sole, l'atteggiamento di Dave è completamento cambiata. La sua spavalderia fiduciosa è scomparsa.

La riluttanza a presentare le proprie teorie al livello di controllo non sorprende. Mentre la conferenza includeva un dibattito con i dottori di ricerca di fisica dell'Imperial College di Londra e dell'Università di Cardiff (che parlava con calma e buonumore di fronte a pressioni eccezionali), l'autoesame era scarsamente disponibile.

In effetti, uno dei momenti più significativi del fine settimana è stato il discorso di Darren Nesbitt, dopo aver respinto la Terra piatta come "controspionaggio" per liberare la gente da idee confuse e prima che spiegasse che la Terra è un diamante, appoggiato su sette pilastri circolari, che operano come in una versione a 4 dimensioni di Pac-Man della realtà.

Nesbitt ha condiviso quello che ha definito il "Flat Earth Addiction test" (il test della dipendenza del terrapiattismo) sette domande che i fautori della Terra piatta dovrebbero chiedersi, tra cui "La gente ha detto che sei invadente o ossessivo riguardo il terrapiattismo?", "Hai mai pensato che se solo tutti sapessero che la Terra è piatta il mondo sarebbe un posto diverso?" e "Hai notato che passi sempre meno tempo con la tua famiglia e gli amici e passi sempre più tempo a parlare con i Flat Earthers?".

Guardando in giro per la stanza, potevo vedere i più assennati mentre si riconoscevano in ogni domanda. Le domande, spiega Nesbitt, sono state prese da una lista di controllo usata per determinare se qualcuno è in una setta. L'implicazione sembra essere andata persa nel pubblico.

Correlati:

La statua del diavolo degli Urali può risalire alla prima civiltà della Terra
Eruzione solare: Terra colpita da tempeste magnetiche
Scienziati dichiarato quante tempeste magnetiche colpiranno la Terra nel 2018
Tags:
Scienza e Tecnica, Terra, scienza, terraferma, Ricerca scientifica, scienza, Guardian, Regno Unito, Terra
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik