21:54 18 Agosto 2018
La bandiera NATO

La NATO si lamenta per l'efficacia "della propaganda russa"

© REUTERS / Christian Hartmann
Mondo
URL abbreviato
15215

Il capo del comitato militare della NATO, il generale Petr Pavel ha definito la Russia e la sua politica d'informazione una delle più importanti sfide che si trova ad affrontare la NATO, trasmette il portale ceco Lidovky.cz.

Secondo lui, Mosca sta cercando di cambiare l'ordine del mondo in linea con il suo "modello nazionale della società". Egli ha sottolineato che la Russia non detiene, nei confronti dell'alleanza, una politica di aggressione nel senso tradizionale, ma utilizza "gli strumenti ibridi, in particolare la propaganda, diffuse da media e social media".

"La Russia sta cercando di cambiare di cambiare la percezione della società occidentale nei confronti della NATO, i suoi obiettivi e azioni" ha detto e il generale ha sottolineato che Mosca lo fa in maniera molto efficace.

"Dal momento che il pubblico percepisce le informazioni tramite sottotitoli e tagli, informazioni artificiali possono sembrare vere", ha aggiunto.

Il generale ha invitato l'Alleanza rafforzare l'unità, che la Russia, secondo lui, sta cercando di minare. "Mostriamo ai nostri avversari, che l'aggressione è costosa e ha poche possibilità di successo", ha concluso.

"Il Contenimento della Russia"

Alla fine di aprile a Bruxelles si è tenuta la riunione dei ministri degli Esteri dei paesi della NATO. Allora le parti hanno confermato che continueranno a perseguire una politica di contenimento nei confronti della Russia. Come ha sottolineato il segretario generale dell'Alleanza, Jens Stoltenberg, per l'organizzazione è importante rispondere rapidamente alle emergenti sfide, come nel "caso Skirpal".

Dopo l'avvelenamento dell'ex colonnello Sergei Skripal e sua figlia Yulia, la NATO ha ritirato l'accreditamento dei sette dipendenti russi della missione permanente e ha rifiutato di concedere l'accreditamento ad altri tre, riducendo il numero di uffici di rappresentanza a venti persone. Mosca ha ripetutamente detto che c'entra con l'avvelenamento degli Skripal. La Russia più di una volta si è detta pronta a collaborare con l'alleanza, per il dialogo nell'ambito del Consiglio NATO — Russia. Come ha detto una fonte del ministero degli Esteri, la riduzione del numero di rappresentanti russi, notevolmente ha ridotto le possibilità per iniziare un dialogo con l'Alleanza.

Correlati:

Al via esercitazioni NATO nel mar Nero, coinvolte otto nazioni
NATO stima il potenziale delle flotta russa del Nord e del Mar Nero
Veto per Kiev: l'Ungheria promette di bloccare l'ingresso dell'Ucraina nella NATO
Tags:
propaganda, Russia, NATO, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik