02:05 21 Agosto 2018
La bandiera della Cina

"Un passo coraggioso" della Repubblica Dominicana

© Sputnik . Maxim Bogodvid
Mondo
URL abbreviato
3171

Quali sono le conseguenze della sua inversione verso la Cina?

Abbiamo parlato con il professore associato della cattedra di relazioni internazionali del MGIMO, del tema della rottura delle relazioni della Repubblica Dominicana con Taiwan e le conseguenze della sua inversione verso la Cina. La Repubblica Dominicana ha troncato la relazione con Taiwan e ha stabilito relazioni diplomatiche ufficiali con la Cina. Sputnik Mundo ha parlato  con un docente del dipartimento di relazioni internazionali del MGIMO, Andrej Sidorov, delle cause di inversione della Repubblica Dominicana verso la Cina e le sue conseguenze per la regione.

"Gli stati dell'America Centrale sono appesantiti dall'eccessiva dipendenza dagli USA e hanno bisogno di un contrappeso per libere manovre al fine di bilanciare i rapporti con gli USA. Nel mondo moderno, il contrappeso può diventare la Cina".

Secondo l'esperto, "i paesi dell'America Centrale supportano le relazioni diplomatiche con Taiwan per insistente raccomandazione USA al fine di tenere Taiwan a galla"

"Quindi per la Repubblica Dominicana è un passo molto coraggioso e anche in qualche modo un passo rivoluzionario".

Ci sono diversi fattori che potrebbero aver innescato un'inversione dello stato nei confronti della Cina.

"La principale attività economica della Repubblica Dominicana è legata al turismo. L'afflusso di turisti cinesi ha fatto cessare le relazioni diplomatiche con Taiwan. Ora non è proprio dietro la montagna il regime senza visti. E questo può essere di grande aiuto per lo sviluppo del settore turistico".

L'esperto ha anche sottolineato che la Cina sostiene un rapporto reciprocamente vantaggioso con Cuba. "Questa esperienza è stata indicativa per la Repubblica Dominicana", ha aggiunto, ricordando che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel gennaio di quest'anno ha insultato i vicini della Repubblica Dominicana, el Salvador e Haiti, chiamandoli "paesi di merda".

Tutto questo, secondo l'analista, ha spinto questo paese latinoamericano  a "cercare di andare a ruota libera e stabilire un rapporto con la Cina", riducendo così la dipendenza dagli Stati Uniti. Il ministro degli esteri della Repubblica Dominicana, Miguel Vargas  ha detto che "inizia una nuova fase strategica". Il ministro degli esteri Cinese, Wang yi, ha sottolineato, a sua volta, che il nuovo alleato diplomatico "ha la più grande economia dell'America Centrale e dei Caraibi" e ha "un grande impatto sulla regione".

Tuttavia, l'esperto ritiene che la repubblica Dominicana "non farà troppi passaggi rivoluzionari per non scivolare in un confronto con gli USA".

"La Cina ha posto l'accento sullo sviluppo delle relazioni economiche, per placare gli USA e far capire che l'istituzione delle relazioni diplomatiche con la Repubblica Dominicana non rappresenta un pericolo per gli USA. E la Cina e Repubblica Dominicana si comportano delicatamente. Qui non si tratta né di presenza militare della Cina, né della sua attività di intelligence"

Ma questo non significa che la Cina non cercherà di inserirsi nella regione.

"Come si suol dire, la goccia scava la pietra. La Cina cercherà gradualmente di inserirsi nella regione per cercare di stabilire un modello di relazioni con la Repubblica Dominicana, sarà interessante per gli altri paesi della regione, cioè stabilirà vantaggiosi rapporti economici senza un drammatico deterioramento delle relazioni con gli USA. È un gioco sottile». Gli americani, a loro volta, "faranno pressione per il rapporto mantenuto su un formato puramente economico", ha aggiunto.

Secondo l'esperto, "in altri paesi dell'America Centrale e dei Caraibi si seguirà da vicino lo sviluppo di queste relazioni e la reazione degli USA, per valutare la possibilità di una simile mossa". La Repubblica Dominicana  non è il primo paese della regione, che stabilisce relazioni diplomatiche con la Cina, allontanandosi da Taiwan. Nel 2017 Panama ha anche compiuto questo passo.

"Questo suggerisce che tutta l'influenza degli USA nella regione non è così incrollabile, come prima", ha concluso l'esperto.

Correlati:

In Repubblica Dominicana uccisi 2 giornalisti in diretta
La Cina propone di fare i conti con la Russia con le valute nazionali
Inviato speciale: la Cina è pronta alla ricostruzione della Siria
Tags:
relazione, accordo, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik