07:48 17 Agosto 2018
Dalai Lama

La reincarnazione del Dalai Lama divide Cina e USA

© AP Photo / Tsering Topgyal
Mondo
URL abbreviato
8240

Venerdì scorso la Cina ha espresso insoddisfazione per la risoluzione del Senato degli Stati Uniti sulla reincarnazione del Dalai Lama, dicendo che è un'ingerenza negli affari interni del paese.

Giovedì il Senato degli Stati Uniti ha approvato una risoluzione, in cui si afferma che solo i funzionari dell'attuale Dalai Lama possono determinare chi sarà il suo successore, e che qualsiasi interferenza in questo processo da parte del governo cinese non sarà vincolante.

La portavoce del ministero degli Esteri Hua Chuning ha osservato che questa risoluzione "dimostra che alcune persone negli Stati Uniti sono sempre state sorprendentemente ignoranti e arroganti".

"Tutti sanno che la reincarnazione del Buddha vivente nel buddismo tibetano è un sistema unico di eredità che dura da centinaia di anni e dovrebbe seguire complessi riti religiosi e regole storicamente consolidate", ha detto Hua Chunying.

Ella ha sottolineando che la reincarnazione del Buddha vivente deve essere in accordo con questi rituali, le tradizioni e le leggi della Cina, e gli stranieri non dovrebbero interferire in questo processo.

"Deputati e funzionari degli Stati Uniti dovrebbero concentrarsi sul servire il proprio popolo, ma purtroppo, continuano ad ignorare i problemi domestici mentre mostrano straordinario entusiasmo per quelli degli altri paesi", ha affermato Hua.

Correlati:

Dalai Lama e scienziati russi verificheranno la teoria delle vite passate
Per il Dalai Lama “la Russia può diventare nazione leader nel mondo”
Dalai Lama sogna trasloco del quartier generale NATO a Mosca
Tags:
interferenza, Dalai Lama, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik