08:26 21 Novembre 2018
Google, Facebook

Il maltempo disturba gli utenti dei social network più degli attentati

CC0
Mondo
URL abbreviato
0 23

Il freddo deprime le persone più degli attacchi terroristici, almeno a giudicare dai post nei social network. Due scienziati hanno analizzato il database di 2,4 miliardi di messaggi su Facebook e 1,1 miliardi di post di milioni di utenti di Twitter dal 2009-2016, cercando parole emotivamente significative collegate a circostanze esterne.

Si è scoperto che le persone scrivono messaggi più tristi quando c'è brutto tempo. A giudicare dalle pubblicazioni nelle reti sociali, le persone sono tristi durante la stagione fredda, e subito dopo dopo le tragedie nazionali: come la sparatoria di massa a San Bernardino, California nel 2015. L'anniversario dell'11 settembre è stato dedicato a meno pubblicazioni tristi che a gelate.

Gli utenti dei social network sono rimasti più sconvolti solo dal devastante terremoto del 2014 in California e dell'alluvione del 2015 in South Carolina.

Il metodo di ricerca includeva la valutazione di un post pubblico nel social network. L'algoritmo inserisce due voti per ogni post: uno per i contenuti positivi e uno per quelli negativi. Il post "Ieri sono riuscito a mettere un bicchiere di vino sul mio stomaco" con hashtag #blessed e #madeit, ha ad esempio ottenuto 6,7 come voto positivo e 0 come voto negativo. I post sono stati confrontati con i dati dei meteorologi su temperatura, precipitazioni, umidità e nuvolosità al momento della pubblicazione.

"Abbiamo riscontrato che il tempo influenza il modo in cui le persone si esprimono" dice uno degli autori dello studio " il maltempo, il caldo e il freddo, la pioggia, l'umidità pesante e nuvolosità provocano il declino dello stato d'animo generale di tutti i messaggi di milioni di utenti." I social network positivi si trovano ad un temperatura di 20° C, hanno scoperto gli scienziati, ma come la colonna del termometro sale sopra i 30° C le persone iniziano a lamentarsi.

I risultati della ricerca sono pubblicati sulla rivista PLOS One.

Correlati:

Facebook, il social più usato dagli italiani
Associazione russa delle criptovalute fa causa ai social network
Sondaggio: i russi e i social network
Pentagono lavora per inserire software nei social network
Tags:
analisi, Social Network, Analisi, social network, Canada, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik