18:11 22 Ottobre 2018
La situazione in Catalogna, le proteste a Barcellona

Esperto: Madrid non vuole che il caso del Kosovo venga applicato alla Catalogna

© Sputnik . Vladimir Dobrovolsky
Mondo
URL abbreviato
384

Per la Spagna è molto importante che il precedente del Kosovo non venga applicato nel caso della Catalogna. Lo ha dichiarato a Sputnik Dusan Prorokovic del Centro per le iniziative strategiche di Belgrado.

"La Spagna non si lascia sfuggire nessuna opportunità per esprimere una particolare opinione sul Kosovo. Ciò ha già influenzato la strategia dell'UE per i Balcani occidentali, dove Madrid non ha riconosciuto l'indipendenza del Kosovo. La Spagna non permetterà che il precedente del Kosovo sia interpretato in modo che i catalani possano usarlo. Penso che ci saranno ancora molti episodi simili in futuro", ha detto Prorokovic.

L'esperto ritiene che questo comportamento della Spagna lasci ampio spazio di manovra alla Serbia e smentisca la tesi che la Serbia nella sua lotta per l'integrità territoriale non abbia altra scelta tra l'UE e il Kosovo.

"Se Bruxelles vuole che la Serbia entri a far parte dell'UE dovrà trovare un compromesso, in modo che il precedente del Kosovo non influisca sugli Stati membri dell'UE. Ciò offre a Belgrado l'opportunità di varie iniziative creative. Il problema non è la Serbia, ma il fatto che nella situazione del Kosovo viene violata la legge internazionale e l'UE dovrà affrontare questo problema. Per la Serbia ciò che sta accadendo apre porte in precedenza chiuse, e di questo dovrebbe approfittarne", sostiene l'esperto.

Egli è convinto che, per la prima volta negli ultimi 10 anni, sia palese che la situazione del Kosovo non si svilupperà alla vecchia maniera.

"L'UE dovrebbe pensare a cosa farà con il Kosovo, perché nonostante il riconoscimento dell'indipendenza da parte di un gran numero di stati europei, il Kosovo non può più esistere nella forma attuale", ha concluso Prorokovic.

Al vertice UE-Balcani occidentali, che si terrà a Sofia a metà maggio, sarà adottata una dichiarazione congiunta che solo gli stati membri dell'UE potranno firmare, mentre i potenziali candidati per l'adesione saranno esclusi. Il fatto è che Madrid non vuole vedere la firma del primo ministro Rakho accanto a quella del rappresentante del Kosovo, la cui indipendenza non è stata riconosciuta dalla Spagna, e dopo gli eventi in Catalogna, ha assunto una posizione ancora più severa. Pertanto, sebbene le informazioni iniziali sul "veto" spagnolo sulla dichiarazione non siano state confermate, si può affermare che Madrid sia riuscita a isolare in qualche modo la repubblica autoproclamata del Kosovo.

Correlati:

Esperto: serbi impotenti di fronte al furto delle loro proprietà nel Kosovo
Vertice UE-Balcani occidentali: l'unità europea inciampa sul Kosovo
Berlino è pronta ad uno scenario “palestinese” per il Kosovo?
Tags:
esperto, Vertice, Indipendenza, Opinione, Catalogna, Kosovo, Serbia, Spagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik