16:59 18 Dicembre 2018
Aleppo, Siria

Esperto: sono gli USA i veri promotori del terrorismo, no la Russia

© Sputnik . Zaher Tahhan
Mondo
URL abbreviato
198

Il senatore statunitense Cory Gardner del Partito Repubblicano sta promuovendo un'iniziativa legislativa per inserire la Russia nella lista dei paesi promotori del terrorismo. Sputnik ne ha discusso con Manuel Ochsenreiter, direttore del Centro tedesco per gli studi eurasiatici e direttore della rivista ZUERST!

Secondo lei, perché questo articolo è stato pubblicato proprio ora che le relazioni tra Russia e Stati Uniti sono tese, come ai tempi della Guerra Fredda?

"In questo momento stiamo assistendo a un'escalation della guerra dell'informazione, scoppiata all'inizio della guerra in Siria, infiammatasi con l'inizio dei problemi in Ucraina e i fatti di Maidan, e ora siamo a una nuova fase di escalation. E le conseguenze per Gardner e per gli Stati Uniti, o ciò che essi preferiscono definire conseguenze, è il desiderio di conquistare l'Europa e gli alleati europei affibbiando alla Russia l'etichetta di promotre del terrorismo.

"Gli Stati Uniti faranno pressioni sui loro alleati europei, in modo che anche loro possano trarre vantaggio da queste conseguenze. La prima conseguenza, senza dubbio, è rendere l'Europa ancora più vicina agli Stati Uniti di quanto lo sia ora. Questo obiettivo è già stato raggiunto con il caso Skripal e il presunto attacco chimico in Siria. Questo ha a che fare con la guerra dell'informazione, il cui obiettivo è quello di far sentire gli alleati europei più sicuri dalla parte di Washington."

Se la Russia dovesse essere realmente riconosciuta come un paese che spalleggia il terrorismo, quali passi diplomatici saranno intrapresi dall'Unione Europea e dagli Stati Uniti?

"Ci sono opzioni per misure diplomatiche ed economiche. Ciò significa che prima o poi i paesi europei dovranno seguire l'esempio di Washington e riconoscere la Russia come paese promotore del terrorismo. Ciò significa che ci sarà una pressione politica colossale su tutti i paesi e la comunità imprenditoriale, nonché su tutti i politici che promuovono relazioni amichevoli e normali con la Russia, tra l'Europa e Russia. Per gli Stati Uniti è assolutamente necessario tenere l'Europa dalla sua parte e renderla ostile alla Russia. La Russia è una specie di partner naturale per i paesi europei, la Russia è un fornitore di risorse.

"La Germania, per esempio, ha eccellenti prodotti di alta tecnologia molto importanti per il mercato russo. Ma gli Stati Uniti vogliono separare questi due mercati o queste due sfere politiche, vogliono legare ancora di più l'Europa agli Stati Uniti. Gli Stati Uniti sanno che se perdono l'Europa saranno fuori dal gioco.

"Le conseguenze includeranno il raffreddamento dei legami diplomatici, forse anche il loro congelamento, ancora più gelido di quanto potesse esserlo durante la Guerra Fredda. Le aziende che conducono affari legittimi con la Russia saranno sottoposti a pressione morale e sociale."

Quali altri paesi sono considerati promotori del terrorismo dagli Stati Uniti e dall'Europa?

"Per esempio, l'Iran e l'organizzazione libane Hezbollah rientrano nella lista dei promotori del terrorismo. Ma se guardiamo la situazione in Medio Oriente, possiamo vedere chiaramente che questi paesi e questi gruppi che gli Stati Uniti considerano terroristi o promotori del terrorismo, in molti casi, partecipano alla lotta al terrorismo.

"Ad esempio, l'Iran è una delle principali forze che sostengono la Siria nella lotta contro lo Stato islamico. Oltre all'Iran, solo la Russia è presente in Siria legalmente, perché invitata dell'attuale governo siriano. Mentre americani, britannici, francesi e altre forze sono presenti illegalmente, nessuno li ha invitati, mai la Siria ha chiesto il loro aiuto nella lotta contro il terrorismo.

"Possiamo dire che lo stato principale che sponsorizza il terrorismo sono gli stessi USA. Non esisterebbero oggi gruppi come lo Stato islamico se gli Stati Uniti non intervenissero negli affari interni del Medio Oriente. Lo stato islamico esiste solo perché gli Stati Uniti sono intervenuti negli affari interni del Medio Oriente."

Correlati:

Assad: Attacco unirà i siriani nella lotta contro il terrorismo
“I Paesi occidentali sono i rappresentanti del terrorismo”
Shoigu: il terrorismo può diffondersi in tutto il mondo dalla Siria
Tags:
lotta contro il terrorismo, Promozione, terrorismo, Opinione, commento, esperto, Siria, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik