15:54 22 Maggio 2018
Roma+ 23°C
Mosca+ 21°C
    Catena di montaggio

    Les Echos: aziende tedesche e francesi si trovano tra incudine martello

    © AP Photo / Elizabeth Dalziel
    Mondo
    URL abbreviato
    6180

    Se le società europee non si sottometteranno alle sanzioni USA, verranno multate mentre, se si conformeranno, allora rischiano misure simili da parte della Russia, scrive Les Echos. I rappresentanti delle aziende tedesche e francesi esortano i loro leader a concordare con gli USA un periodo di transizione e una formulazione più precisa della legge.

    Emmanuel Macron e Angela Merkel dovranno usare il loro viaggio a Washington per discutere delle nuove sanzioni contro la Russia, le quali minacciano i governi europei stessi, scrive Les Echos. Il presidente francese si trova in USA adesso mentre la cancelliera tedesca arriverà venerdì.

    "Tale questione differisce dai dazi doganali degli USA sull'acciaio" scrive la testata. Le nuove sanzioni contro la Russia minacciano le compagnie europee che lavorano con partner russi. Con questo gli autori dell'articolo ricordano che nel 2014 la banca francese BNP Paribas fu multata per $9 miliardi di dollari per aver violato l'embargo contro l'Iran, il Sudan e Cuba.

    Questa volta le sanzioni potrebbero colpire i produttori di automobili come Volkswagen o i produttori aeronautici come Airbus se continueranno a comprare alluminio da RUSAL. RUSAL soddisfa dal 30% al 40% della domanda di alluminio in Europa.

    A sua volta le compagnie tedesche temono di dover annullare i contratti a breve termine per diverse centinaia di milioni di euro. Le sanzioni interesseranno più di 60 aziende tedesche.

    E il peggio è che le sanzioni potrebbero creare un deficit di alluminio in Europa. Dunque i gruppi industriali tedeschi esortano a adottare misure politiche urgenti e di fare un'eccezione per gli importatori europei. Ad esempio, si chiede agli Stati Uniti di determinare dopo quale limite si considera che la società effettua una quantità significativa di transazioni con soggetti sotto embargo.

    "Secondo gli industriali tedeschi, le aziende che lavorano con il mercato russo si trovano tra un martello e un'incudine: da un lato sono minacciate dalle sanzioni americane, e dall'altra possono essere punite dalla Russia se si conformeranno alle misure imposte dagli Stati Uniti" conclude Les Echos.

    Correlati:

    Le sanzioni contro la Russia "irritano" le aziende tedesche
    Le aziende tedesche hanno aumentato le esportazioni in Russia nonostante le sanzioni
    Novak: le nuove sanzioni non influenzeranno il lavoro delle aziende russe
    Tags:
    sanzioni antirusse, Sanzioni, Sanzioni alla Russia, Sanzioni, Unione Europea, Emmanuel Macron, Angela Merkel, Europa, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik