23:18 16 Agosto 2018
Maria Zakharova

Siria, la Russia esorta l'Occidente a non interferire nelle indagini sull’attacco chimico

© Sputnik . Evgeny Biyatov
Mondo
URL abbreviato
4350

La Russia è indignata per la "distorsione dei fatti" da parte dei politici occidentali riguardo il presunto attacco chimico a Douma ed esorta l'Occidente ad astenersi da azioni che impediscono la creazione del quadro reale di ciò che è accaduto. Lo ha dichiarato la portavoce del Ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

"Causa indignazione l'incessante e deliberata distorsione della realtà, che abbonda nelle dichiarazioni dei funzionari di un certo numero di paesi occidentali", ha detto la Zakharova, riferendosi in particolar modo al ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, che in un'intervista ha accusato Mosca di diffondere notizie contrastanti sui fatti di Douma.

Ella si è detta rammaricata che una tale dichiarazione venga fatta dopo che il presidente Vladimir Putin il 13 aprile ha proposto a Parigi di unirsi alle indagini insieme agli esperti militari russi.

"Tuttavia a Parigi ha scelto di seguire ciecamente Washington e attaccare la Siria in violazione alla Carta delle Nazioni Unite", ha spiegato.

La Zakharova ha invitato i colleghi occidentali ad astenersi da azioni che possano impedire di risalire alla verità riguardo le provocazioni nella Gutha orientale.

La notizia di un presunto attacco chimico nella città siriana di Douma è apparsa il 7 aprile. Dopo un'indagine approfondita della città da parte dei funzionari del centro russo per la riconciliazione non sono state trovate tracce dell'uso di armi chimiche.

Lo scorso 14 aprile Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia hanno lanciato un attacco missilistico contro strutture governative che, secondo i paesi occidentali, vengono utilizzati per la produzione di armi chimiche.

Correlati:

Militari russi trovano nuove prove della produzione delle armi chimiche in Siria
Siria, iniziati lavori per ricostruire la strada tra Damasco e la Ghouta orientale
Situazione fluida dopo i bombardamenti in Siria
Tags:
Occidente, Armi chimiche, Indagini, commento, Maria Zakharova, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik