12:31 20 Ottobre 2018
ZTE logo

Gli Stati Uniti colpiscono produttore cinese di smartphone

CC BY 2.0 / Kārlis Dambrāns / ZTE
Mondo
URL abbreviato
10227

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti proibisce alle società statunitensi di vendere software e componenti al produttore leader cinese di apparecchiature per telecomunicazioni ZTE Corp per un periodo di sette anni, in quanto la società ha violato le sanzioni statunitensi contro l'Iran.

L'anno scorso, una gigantesca società cinese, uno dei principali venditori di smartphone negli Stati Uniti, ha ammesso alla corte federale del Texas di aver violato il regime di sanzioni USA contro l'Iran, fornendo al paese beni e tecnologia. ZTE Corp ha pagato $890 milioni di multe e sanzioni con un'ulteriore sanzione di $300 milioni che potrebbe essere imposta alla società, riferisce Reuters.

Come parte dell'accordo, ZTE Corp aveva promesso di licenziare quattro funzionari di alto livello e portare a responsabilità disciplinare altri 35 dipendenti, comunica il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti. Il dipartimento ha osservato che l'azienda cinese ha soddisfatto la prima condizione per licenziamento dei dipendenti, ma non ha soddisfatto la seconda condizione: la punizione di altri 35.

Ora nel Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti affermano che non possono fidarsi della compagnia ZTE Corp. "Non possiamo fidarci di quello che ci dicono. E nel commercio internazionale, la verità è molto importante" vengono citate nell'articolo le parole di un alto funzionario del ministero.

L'avvocato del colosso cinese ZTE, Douglas Jacobson, in un commento per Reuters ha detto che la decisione della parte americana sarà "devastante" per il gigante cinese, data la dipendenza dai software americani. "Questo, ovviamente, complicherà enormemente la produzione e avrà un impatto negativo significativo a breve e a lungo termine sull'azienda" ha aggiunto.

Secondo l'avvocato, questo distruggerà le azioni della compagnia cinese.

Reuters aggiunge che le azioni degli Stati Uniti contro ZTE potrebbero ulteriormente esacerbare le tensioni commerciali tra Washington e Pechino.

In precedenza in Cina è stato dichiarato che Pechino era pronta a contrastare gli Stati Uniti per le azioni unilaterali sulle controversie commerciali in aumento.

In precedenza, Donald Trump ha dichiarato che la Cina avrebbe rimuoverà le barriere commerciali. Un giorno prima Trump ha stimato lo squilibrio nella bilancia commerciale con la Cina a $500 miliardi l'anno.

Correlati:

Australia rifiuta smartphone Huawei e ZTE
USA alla Cina: seria l'intenzione di introdurre dazi commerciali
Trump chiede alla Cina di smetterla con il "commercio sleale"
Usa-Cina, Pechino: Pronti a risposte speculari a dazi americani
Tags:
Economia, Economia, relazioni USA-Cina, Concorrenza sleale, Dipartimento del Commercio, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik