09:34 27 Maggio 2018
Roma+ 21°C
Mosca+ 18°C
    Sanzioni

    Camera di commercio americana parla degli appelli ricevuti in relazione alle sanzioni

    © Fotolia / Alexkich
    Mondo
    URL abbreviato
    0 112

    La Camera di commercio americana in Russia (AmCham) ha ricevuto molti appelli in relazione a sanzioni degli Stati Uniti contro la Russia, introdotte all'inizio di aprile, dalle aziende che stanno cercando di capire la situazione, ha detto a Sputnik il capo della AmCham Alexis Rodzianko.

    All'inizio di aprile, gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni contro la Russia. L'elenco delle sanzioni comprende una serie di importanti uomini d'affari russi e di società controllate da essi: tra loro in particolare, Oleg Deripaska che controlla En+ Group, il gruppo GAZ, Basic Element e Rusal, Viktor Vekselberg e il gruppo Renova,  Suleiman Kerimov, Kirill Shamalov, il capo di Gazprom Alexei Miller e il capo di VTB Andrei Kostin.

    "Si abbiamo ricevuto molti appelli. Tra i membri della camera di commercio abbiamo En+, noi stessi ci poniamo le stesse domande che si fanno le imprese. Molte aziende stanno ora valutando tali questioni. Ci vorrà diverso tempo prima che si potrà portare il nostro lavoro in conformità con le sanzioni, per ora stiamo ancora studiando la situazione" ha detto Rodzianko.

    "Personalmente non sono molto entusiasta, e penso che le aziende siano scontente. Ma nessuno si sta preoccupando di chiederci se siamo d'accordo o se siamo preoccupati. Naturalmente è più una questione politica. È un segnale molto forte ed evidente" ha proseguito il portavoce.

    All'elenco delle sanzioni si intende aggiungere il blocco delle attività negli Stati Uniti e il divieto di qualsiasi attività commerciale con le società sopra elencate per i cittadini statunitensi, comprese le transazioni con strumenti di debito e di capitale. In base alle direttive del Tesoro USA,  i cittadini USA o le persone giuridiche hanno tempo fino al 7 maggio per trasferire le obbligazioni, i capitali e altre attività del Gruppo En+, Rusal e il gruppo GAS a persone al di fuori della giurisdizione degli Stati Uniti.

    "Questo è quello che ho sentito: da un lato per legge è vietato a detenere i titoli di queste aziende, dall'altra parte è in vigore un divieto al commercio di tali titoli, in modo tale che colui che detiene questi titoli rimane bloccato senza poter agire. Può essere che non abbiano elaborato fino in fondo questo meccanismo perché mettono le persone in difficoltà. Di solito non è fatto apposta ma è dovuto alla fretta. Cercheremo di capirlo da soli" ha commentato Rodzianko.

    Correlati:

    Crisi Siria, USA annunceranno nuove sanzioni contro la Russia lunedì
    Per il Daily Mail “USA preparano nuove sanzioni contro la Russia per sostegno ad Assad”
    In Germania dubitano dell'efficacia delle sanzioni anti-russe
    Ministero sviluppo economico: risponderemo a sanzioni USA senza violare regole OMC
    Tags:
    sanzioni antirusse, Sanzioni, Sanzioni contro la Russia, Sanzioni, Sanzioni alla Russia, Russia, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik