15:21 26 Aprile 2018
Roma+ 24°C
Mosca+ 11°C
    La bandiera svizzera

    In Svizzera hanno ritenuto frettolosi gli attacchi aerei sulla Siria

    © Sputnik . Valery Melnikov
    Mondo
    URL abbreviato
    3291

    USA, Regno Unito e Francia avrebbero dovuto attendere i risultati dell'analisi OPAC sull'uso di armi chimiche in Siria, e non colpire all'improvviso.

    Questo parere è stato espresso dal capo del dipartimento federale della difesa, della protezione civile e dello sport in Svizzera Guy Parmelin.

    "L'ONU ha inviato esperti di armi chimiche. Questa missione è in grado di rivelare il possibile uso di armi chimiche, era necessario attendere i risultati", ha detto al giornale Blick. Egli ha aggiunto che l'autorità svizzera insisterà sul ritorno al tavolo dei negoziati.

    "La guerra in Siria è diventata oggetto di negoziati a Ginevra. Hanno bisogno di continuare. Il più velocemente possibile. La popolazione civile soffre. Questo è inaccettabile", ha detto Guy Parmelin.

    Il capo del dipartimento federale degli affari esteri Ignazio Cassis ha detto al Nure Zurcher Zeitung am Sonntag, che le prove mancano. A questo proposito, ha ricordato che nel mondo è già iniziata una guerra con un falso pretesto, come, ad esempio, in Iraq.

    Correlati:

    L'ambasciata russa contesta Londra sul "successo" della missione in Siria
    Erdogan: attacchi USA, Gran Bretagna e Francia in Siria ragionevoli
    I militari americani hanno parlato con i russi prima e dopo l'attacco in Siria
    Tags:
    Conflitto in Siria, Bombardamenti in Siria, Svizzera
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik