22:25 20 Aprile 2018
Roma+ 19°C
Mosca+ 10°C
    L'ambasciatore americano alle Nazioni Unite Nikki Haley

    Gli USA sono pronti di nuovo a colpire la Siria, ha detto la Haley

    © AFP 2018 / Jewel SAMAD
    Mondo
    URL abbreviato
    34361

    Gli USA sono pronti di nuovo a colpire la Siria, se necessario, ha detto la rappresentante permanente americana alle Nazioni Unite Nikki Haley.

    "Siamo pronti a mantenere la pressione, se il regime siriano sarà così stupido da testare ancora una volta la nostra determinazione", ha detto la Haley alla riunione del consiglio di sicurezza dell'ONU.

    "Ho parlato questa mattina con il presidente Trump e ha detto che se il regime siriano decide di utilizzare nuovamente gas tossico, le armi USA rimangono cariche, con il grilletto armato. Quando il nostro presidente traccia una linea rossa, poi vuole che venga mantenuta", ha aggiunto la Haley.

    USA, Gran Bretagna e Francia sabato mattina hanno compiuto attacchi missilistici su obiettivi governative siriani, che, secondo loro, sono utilizzati per la produzione di armi chimiche. Dalle 3.42 alle 5.10 hanno rilasciato sulla Siria più di 100 missili, la maggior parte dei quali è stata colpita dalla difesa aerea siriana. Le forze russe non sono state coinvolte, ma hanno monitorato i lanci. Il presidente Vladimir Putin ha definito i colpi un atto di aggressione contro uno stato sovrano, inoltre, né esperti militari russi, né locali hanno confermato l'attacco chimico, che è diventato il pretesto per l'attacco.

    Correlati:

    Nikki Haley spiega la decisione di Trump sull’accordo nucleare con l'Iran
    Haley: la Russia non sarà mai amica degli USA
    Pushkov ha commentato la dichiarazione di Haley sul Consiglio di Sicurezza per l'Iran
    Tags:
    Siria, ONU, Nikki Haley
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik