11:49 25 Settembre 2018
Recep Tayyip Erdogan

Erdogan: attacchi USA, Gran Bretagna e Francia in Siria ragionevoli

© Sputnik . Michael Klimentyev
Mondo
URL abbreviato
23045

Ankara ha preso positivamente gli attacchi di USA, Gran Bretagna e Francia in Siria e ritiene giustificata la punizione per un presunto attacco chimico in Siria, a Duma, ha detto il presidente Tayyip Erdogan.

"Questa notte non abbiamo dormito per seguire la situazione in Siria. Troviamo l'operazione corretta. Perché non è possibile lasciare un attacco chimico senza punizione. I responsabili devono essere puniti. Recentemente, il regime ha iniziato una sproporzionata offensiva contro l'opposizione. Non solo quelle chimiche, ma anche armi convenzionali uccidono le persone. E le armi normali le uccidono molte volte di più di quelle chimiche. In Siria per la pace e la tranquillità del popolo si deve prendere una posizione unica contro il regime e contro l'ISIS, contro altri terroristi", ha detto Erdogan, parlando ad Istanbul, il discorso è stato trasmesso dalla tv NTV.

Ha aggiunto che la Turchia vuole ridurre l'escalation tra Russia e USA a causa della crisi in Siria.

USA, Gran Bretagna e Francia sabato mattina hanno compiuto attacchi missilistici su obiettivi governative siriani, che, secondo loro, sono utilizzati per la produzione di armi chimiche. Dalle 3.42 alle 5.10 hanno rilasciato sulla Siria più di 100 missili, la maggior parte dei quali è stata colpita dalla difesa aerea siriana. Le forze russe non sono state coinvolte, ma hanno monitorato i lanci. Il presidente Vladimir Putin ha definito i colpi un atto di aggressione contro uno stato sovrano.

Correlati:

Netanyahu risponde ad accuse di Erdogan di condurre “politica del terrore”
Putin ed Erdogan assisteranno in videoconferenza ad inizio lavori centrale nucleare turca
Erdogan ha criticato la richiesta di Lavrov a cedere Afrin al controllo di Damasco
Tags:
Conflitto in Siria, Recep Erdogan, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik