01:51 20 Giugno 2018
James Comey, ex direttore dell'FBI

Affondo dell'ex direttore dell'FBI contro Trump: “bugiardo e mafioso”

© AP Photo / Cliff Owen
Mondo
URL abbreviato
483

L'ex direttore dell'FBI James Comey, licenziato dal suo incarico il maggio dello scorso anno, nelle sue memorie ha paragonato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump con la mafia, che chiede di essere fedele alle promesse, riporta il canale ABC News con riferimento alla copia del libro dell'ex funzionario americano.

Secondo quanto scritto da Comey nel suo libro "A Higher Loyalty. Truth, Lies, and Leadership" (Il più alto grado di devozione. La verità, le menzogne e la leadership), ad una cena privata alla Casa Bianca una settimana dopo l'insediamento, Trump gli ha detto: "mi serve fedeltà. Mi aspetto devozione." "Una richiesta come alla cerimonia di appartenenza a Cosa Nostra da Sammy Gravano", — ha affermato l'ex direttore dell'FBI nel libro. Comey ha risposto a questa osservazione in silenzio, dopodichè Trump ancora una volta durante la cena gli ha ricordato che "ha bisogno di lealtà".

Secondo il Washington Post, nelle sue memorie, che dovrebbero essere in vendita la prossima settimana, Comey descrive il presidente come "un bugiardo famigerato", che opera sotto l'influenza del suo ego, desideroso di costruire intorno a sé una "realtà alternativa in cui energicamente ha imbrigliato" tutti i funzionari della sua amministrazione.

Comey è stato nominato alla carica di direttore dell'FBI nel 2013 su proposta del presidente Barack Obama. Nel 2016, durante la campagna elettorale negli Stati Uniti, Comey finì nel mezzo di uno scandalo quando avviò le indagini sulle attività dell'ex segretario di Stato e candidato alla presidenza dei democratici Hillary Clinton. Inizialmente l'FBI non rilevò alcun reato sul fatto che la Clinton avesse utilizzato la sua posta personale per la corrispondenza ufficiale. Tuttavia, poco prima delle elezioni, l'inchiesta è stata riaperta per un breve periodo per ulteriori dettagli emersi nella vicenda. In seguito la Clinton ha detto che le azioni dell'FBI e del suo direttore Comey hanno provocato la sua sconfitta alle elezioni.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, dopo essere entrato in carica, ha lasciato Comey al suo posto, ma nel maggio 2017 lo ha licenziato definendolo "un dirigente inefficace".

Gli oppositori dell'inquilino della Casa Bianca hanno associato questo licenziamento con le indagini relative al Russiagate.

Correlati:

Russiagate, Trump: mai fatto pressioni su Comey, voglio accelerazione inchiesta
Fbi, Cremlino: licenziamento Comey è questione interna agli Stati Uniti
Zakharova commenta licenziamento Comey
Trump licenzia il direttore dell'Fbi Comey
Comey, Snowden: cittadini dovrebbero condannare interferenza Trump su Fbi
Tags:
politica interna, libro, Russiagate, Casa Bianca, FBI, James Comey, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik