01:11 24 Aprile 2018
Roma+ 17°C
Mosca+ 0°C
    Caso Skripal

    Caso Skripal, l'OPCW conferma utilizzo di sostanze tossiche contro ex spia russa

    © REUTERS / Peter Nicholls
    Mondo
    URL abbreviato
    Avvelenamento Skripal (117)
    508

    L’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) ha confermato che nell'attentato contro l’ex spia russa Sergei Skripal e sua figlia Yulia sono state impiegate sostanze chimiche tossiche. Lo riporta Sky News.

    Il nome e la struttura della sostanza sono contenuti nella versione completa del rapporto disponibile per i paesi membri dell'OPCW.

    "Non c'è alcun dubbio su cosa è stato utilizzato, e non esiste altra spiegazione per il colpevole: solo la Russia ha i mezzi, il movente e i precedenti", ha detto il ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson, commentando il rapporto.

    Il ministro ha sottolineato che la Gran Bretagna non ha mai dubitato dei risultati ottenuti a Porton Down, ma ora sono stati confermati da quattro laboratori. Inoltre ha chiesto una riunione del comitato esecutivo dell'OPCW il 18 aprile per discutere come procedere.

    Lo scorso 4 marzo a Salisbury, Regno Unito, sono stati avvelenati l'ex spia russa Sergey Skripal e sua figlia Julia. Londra ha accusato Mosca della responsabilità dell'accaduto. La Russia, dal canto suo, nega categoricamente il coinvolgimento nell'accaduto, definendo tali accuse "una provocazione infondata". Il ministero degli Esteri ha ripetutamente richiesto un'indagine congiunta che le autorità del Regno Unito hanno finora rifiutato.

    All'inizio di aprile a L'Aia si è tenuta la riunione del comitato esecutivo della OPCW, dove la Russia ha introdotto, insieme con l'Iran e la Cina, un progetto di risoluzione che implica un'indagine congiunta tra Russia e Regno Unito. Dei 41 membri del comitato esecutivo dell'organizzazione, solo sei hanno appoggiato il documento.

    Tema:
    Avvelenamento Skripal (117)

    Correlati:

    Klinchevich ha commentato il possibile trasferimento di Skripal negli USA
    No al visto britannico, la nipote di Skripal nega di essere una spia del Cremlino
    Ambasciata russa non sa nulla sulla lettera della nipote di Skripal al premier Theresa May
    Tags:
    avvelenamento, spia, Attentato, Armi chimiche, Organizzazione per l'interdizione delle armi chimiche (Opcw), Sergei Skripal, Regno Unito
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik