20:01 23 Settembre 2018
La sede del CIO a Losanna

Media: 27 membri CIO sospettati di aver accettato tangenti

Mondo
URL abbreviato
1110

C'è un elenco dei 27 membri del Comitato olimpico Internazionale (CIO), che hanno sostenuto la domanda di ospitare le Olimpiadi invernali del 2018 in Corea del Sud in cambio di contratti di marketing e di sponsorizzazione, riferisce insidethegames citato dal canale tv SBS.

L'elenco dei membri del CIO è stato stabilito nel corso di indagini di corruzione contro l'ex-presidente della Corea del Sud Lee Myung-bak. Nello scandalo è anche coinvolta la società sudcoreana Samsung, che, presumibilmente, ha offerto ai membri del CIO vari dividendi in cambio di voti a favore della candidatura sudcoreana.

Secondo la fonte, nell'inchiesta ha aiutato Papa Маssata Diack, il figlio dell'ex capo dell'associazione Internazionale delle federazioni di atletica (IAAF), Lamim Diack. In precedenza Diack padre è stato accusato di corruzione dei membri del CIO per la selezione delle capitali dei Giochi del 2016 e del 2020, è stato definitivamente sospeso da qualsiasi attività connessa con l'atletica.

Si dice che Diack figlio doveva ricevere 12,5 milioni di dollari e un ulteriore bonus per la corretta attuazione del progetto. La SBS afferma che 12 dei 27 membri del CIO, che rientrano nella lista, rappresentano i paesi africani. I nomi dei funzionari coinvolti in questo caso, non sono specificati.

Correlati:

Appena ritornate dalle Olimpiadi, ricevono una proposta di matrimonio (VIDEO)
Olimpiadi, oltre un millione di spettatori per Pyeongchang 2018
Il Tas respinge gli appelli di 47 atleti russi contro il CIO per l'accesso alle Olimpiadi
Tags:
Corruzione, CIO, Corea del Sud
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik