04:04 25 Settembre 2018
Samarcanda (Uzbekistan)

L'Uzbekistan continuerà cooperare con gli USA nella sfera militare

© Fotolia / V_apl
Mondo
URL abbreviato
5330

L’Uzbekistan continuerà cooperazione con gli Stati Uniti nel campo della modernizzazione delle forze armate. Lo ha stabilito il presidente Shavkat Mirziyoyev con relativo decreto legge.

"Un settore importante della politica estera della Repubblica dell'Uzbekistan è lo sviluppo della cooperazione reciprocamente vantaggiosa e sfaccettata con gli Stati Uniti… Si prevede la continuazione della cooperazione tecnico-militare, la cooperazione nel campo dell'istruzione e della formazione militare", si legge nel documento.

Inoltre l'Uzbekistan intende intensificare il dialogo con gli Stati Uniti nel campo della scienza e della tecnologia, così come in materia di modernizzazione economica. Il decreto stabilisce anche la stipula di nuovo accordo di partenariato e cooperazione con l'Unione Europea, l'istituzione del Consiglio sugli investimenti esteri, ottenendo le preferenze tariffarie europee SPG +.

"L'Uzbekistan è interessato ad approfondire e ampliare la cooperazione con l'Unione Europea, soprattutto con Germania, Italia, Francia e Gran Bretagna, così come con i paesi dell'Europa centrale e orientale", recita il testo del decreto.

Il presidente uzbeko Shavkat Mirziyoyev, durante la 72esima sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York nel settembre 2017, ha tenuto una serie di incontri con i rappresentanti delle aziende americane, firmando un pacchetto di accordi di circa 2,6 miliardi di dollari in diversi settori. Secondo l'Uzbekistan, il volume degli investimenti delle società statunitensi nella propria economia ammonta a circa 600 milioni di dollari.

Correlati:

Russia: Firmato accordo per vendita 10 elicotteri Mi-35 ad Uzbekistan
In Uzbekistan bruciata fabbrica di pannolini
Russia e Uzbekistan firmano accordo sulla cooperazione nucleare
Tags:
militare, Affari, Cooperazione, Economia, Shavkat Mirziyoyev, Uzbekistan, UE, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik