02:54 21 Settembre 2018
President Donald Trump speaks during the Public Safety Medal of Valor awards ceremony in the East Room of the White House, Tuesday, Feb. 20, 2018, in Washington.

Damasco "la pagherà cara" per l'attacco chimico a Ghouta est, ha detto Trump

© AP Photo/ Evan Vucci
Mondo
URL abbreviato
22055

Gli organizzatori dell'attacco chimico a Ghouta est "la pagheranno cara" per le loro azioni, ha detto il presidente Donald Trump.

"Molti sono morti, tra loro donne e bambini, in un folle attacco chimico in Siria. La zona è stata chiusa e circondata dall'esercito siriano, ciò la rende assolutamente inaccessibile per il mondo esterno", ha scritto il padrone della Casa Bianca su Twitter.

Ha chiesto di "sbloccare immediatamente la zona" per fornire assistenza medica alle vittime e per verificare le conseguenze del grave attacco. Inoltre, Trump ha criticato Russia e Iran per il sostegno "ad un animale come Assad".

Il leader americano ha anche accusato il precedente presidente USA Barack Obama per non essere intervenuto in Siria nel 2013, pur avendolo promesso nel caso di uso di armi chimiche. "Se il presidente Obama avesse tenuto fede alla sua annunciata la linea rossa, il disastro siriano sarebbe finito già da tempo! Assad sarebbe già storia", ha scritto Trump.

In precedenza il consigliere della Casa Bianca per la sicurezza e la lotta al terrorismo Thomas Bossert ha detto che Washington sta valutando la possibilità di un nuovo attacco alla Siria, sullo sfondo delle informazioni dell'uso di armi chimiche. Domenica il capo del Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria, il generale Yuri Evtushenko ha detto che le false informazioni sull'uso di armi chimiche a Ghouta Orientale sono volte ad interrompere le operazioni dell'esercito siriano contro i militanti di Zheish al Islam nella città Duma.

Il ministero degli Esteri ha espresso la fiducia che le indiscrezioni sull'uso di armi chimiche non diventino il pretesto per colpire le forze governative. In precedenza il capo di Stato Maggiore delle forze armate russe, Valery Gerasimov ha riferito che i ribelli preparano attacchi chimici a Ghouta, che Washington userà come scusa per il bombardamento di Damasco e ha avvertito che, se nella zona del presunto impatto ci saranno militari russi, missili americani e i loro supporti saranno distrutti.

Washington ha già usato le accuse contro Damasco come scusa per attaccare le forze governative. Ad aprile 2017 gli USA hanno colpito la base siriana di Shirat dopo che i media hanno accusato il governo siriano di uso di armi nucleari nella città di Khan Sheikun.

Correlati:

Trump chiede alla Cina di smetterla con il "commercio sleale"
Continua la preparazione per l'incontro di Putin e di Trump
Trump richiede pagamento per la presenza americana in Siria
Tags:
Armi chimiche, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik