04:10 17 Luglio 2018
Londra

No al visto britannico, la nipote di Skripal nega di essere una spia del Cremlino

CC0 / Pixabay
Mondo
URL abbreviato
Avvelenamento Skripal (121)
8025

Viktoria Skripal, la nipote dell'ex spia britannica nell'intelligence militare sovietica e russa Sergey Skripal, ha smentito che il governo russo sia il regista della sua visita programmata nel Regno Unito, dove voleva recarsi per visitare sua cugina Julia, riporta il Sunday Telegraph.

"Se gli inglesi dicono che lavoro per i servizi segreti, lasciate che lo dimostrino, mostratemi almeno una prova", ha detto in un'intervista al giornale.

Viktoria ipotizza che i sospetti di Londra sul suo ruolo di "spia russa" abbiano provocato il diniego del visto per un viaggio nel Regno Unito, riferisce il giornale. Inoltre, nella sua decisione, l'Ambasciata britannica sottolinea che Viktoria non si era in precedenza recata da Sergey Skripal. Secondo Viktoria, l'Ambasciata britannica crede anche che Julia non voglia vedere sua cugina. L'ha definita una congettura, suggerendo che Julia non abbia potuto parlare liberamente se mai l'avesse sostenuto.

Venerdì la BBC, citando una fonte del governo, aveva detto che l'Ambasciata britannica in Russia ha rifiutato di rilasciare il visto a Viktoria Skripal, che aveva intenzione di recarsi in visita da sua cugina Julia.

La rappresentante ufficiale del ministero degli Affari Esteri russo Maria Zakharova ha caratterizzato come assurde le illazioni sul coinvolgimento del Cremlino nel prossimo viaggio di Viktoria Skripal in Gran Bretagna. L'Ambasciata russa a Londra considera il rifiuto di rilasciare il visto come una decisione politicamente motivata.

Tema:
Avvelenamento Skripal (121)

Correlati:

Ambasciata russa non sa nulla sulla lettera della nipote di Skripal al premier Theresa May
Per il Sunday Times “Skripal potrebbe trasferirsi negli USA con nuova identità”
Tags:
Visto, Cremlino, Servizi Segreti, Sergei Skripal, Russia, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik