20:13 25 Aprile 2018
Roma+ 22°C
Mosca+ 12°C
    Peschereccio Nord sequestrato dalle autorità ucraine

    Aksenov spiega azioni di Kiev contro i marinai del peschereccio russo Nord

    © Foto: State Border Guard Service of Ukraine
    Mondo
    URL abbreviato
    2113

    Le azioni delle autorità ucraine nei confronti dell'equipaggio della nave russa Nord sono dovute alla rabbia e ad una psicologia da codardi, ha scritto sulla sua pagina Facebook il capo della Crimea Sergey Aksenov.

    "Scaricano la loro rabbia su persone innocenti e inermi. Così si comportano solo i deboli e i codardi. Questa è la psicologia dei codardi e traditori. Ricordo che il Ministero degli Esteri russo ha chiesto il rilascio dei nostri marinai e l'attuazione di tutte le misure necessarie" ha detto.

    Aksenov ha ricordato che tutti i membri dell'equipaggio hanno passaporti russi e ha sottolineato che la situazione è sotto controllo.

    "A mio parere personale, la risposta alle azioni aggressive di Kiev in relazione ai nostri marinai deve essere dura. Il regime ucraino capisce solo il linguaggio della forza e la nostra tranquillità viene percepita come una debolezza" ha aggiunto il capo della Crimea.

    La scorsa settimana, le guardie di frontiera ucraine hanno arrestato la nave da pesca Nord battente bandiera della Russia. A bordo della nave ci sono dieci membri dell'equipaggio. Tutti hanno i passaporti russi rilasciati a Kerch.

    La nave è stata scortata al porto di Berdyansk. Per i membri dell'equipaggio sono stati fatti protocolli amministrativi e gli è stato vietato di lasciare la nave. La nave Nord è stato sequestrata.

    Il Capitano della nave Vladimir Gorbenko è stato accusato di "violazione dell'ordine di entrata nel territorio occupato temporaneamente di Ucraina". Rischia fino a cinque anni di carcere.

    Il dipartimento del FSB della Crimea ha aperto un procedimento penale sul dirottamento di una nave russa.

    Sullo sfondo della vicenda della Flotta del Mar Nero ha dichiarato la disponibilità a pattugliare il Mar d'Azov e il Mar Nero. L'esercito crede che si possa parlare già di una "pirateria di stato" ucraina.

    Correlati:

    Tensione nel Bosforo: nave da guerra britannica invade la rotte di una nave russa
    La Russia “deve” chiudere lo Stretto di Kerch all'Ucraina
    Il costo del cesto pasquale in Ucraina è quasi raddoppiato in un anno
    Tags:
    Sequestro, nave, peschereccio, il ministero degli Esteri, Sergej Aksenov, Russia, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik