18:35 17 Ottobre 2018
Cina USA

I media cinesi hanno definito ridicole le dichiarazioni americane sul commercio

© AP Photo / Andy Wong
Mondo
URL abbreviato
0 140

Le recenti dichiarazioni e azioni delle autorità statunitensi, in particolare del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, sul commercio con la Cina, sono ridicole ed eccentriche e sono una dimostrazione di un atteggiamento arrogante nei confronti di Pechino, cosa che la Cina sicuramente non tollererà, riporta la testata cinese Global Times.

"L'ultima affermazione di Trump circa la sua posizione è sorprendente, prima ha mostrato alle persone l'indignazione del presidente degli Stati Uniti, e poi ha voluto utilizzare una dichiarazione forte "con l'effetto bomba", per rilasciare questa rabbia. Tuttavia, per quanto riguarda se queste idee per portare alla vita e quali conseguenze per tutto questo sarà, per lui è di secondaria importanza ", dice l'articolo.

Si osserva che "l'ultima serie di minacce provenienti dagli Stati Uniti mostrano un atteggiamento molto arrogante verso la Cina da parte degli alti funzionari americani, che pare pensino che la Cina abbia bisogno oggi delle lezioni degli Stati Uniti e che possono ricorrere a qualsiasi forma di misure unilaterali contro la Cina; e si aspettano che Pechino ascolterà con attenzione, con rispetto, timidezza e che con timore e trepidazione non opporranno qualsiasi resistenza nei confronti delle azioni degli Stati Uniti: è inaccettabile in quanto ciò offenderebbe la dignità di Washington stessa".

"Ma Washington non capisce quanto siano ridicole queste idee e la loro espressione, quanto siano estranee allo spirito della modernità e il vero potere delle relazioni tra i due paesi", dice l'articolo.

Commentando le nuove disposizioni del presidente americano, gli autori dell'articolo osservano che "la nuova richiesta di Trump di aumentare dazi sulle merci provenienti dalla Cina a $100 miliardi è impressionante, il modo di pensare e le azioni della Casa Bianca al momento sono estremamente bizzarri ed eccentrici, per il mondo è difficile prendere alla lettera queste parole".

Si osserva che con queste dichiarazioni e le azioni Trump vuole mostrare la durezza degli Stati Uniti, ma se altri paesi cederanno alle pressioni di Washington, "la Cina in nessun modo tollererà questa dimostrazione di forza da parte di Washington, al contrario, intendiamo "guarire" questa indole".

"Chiediamo a qualsiasi paese con un atteggiamento razionale e rispettoso nei confronti della Cina, che noi non tolleriamo azioni ingiustificate e che siamo fiduciosi nella nostra capacità di combattere qualsiasi attacco egemonico diretto contro di noi" si scrive nell'articolo gli autori.

"La Cina non vuole una guerra commerciale, ma non ne ha paura, e vorremmo proprio vedere chi, nel caso uno scontro commerciale tra Stati Uniti e Cina dovesse prendere piede, sarebbe in grado di resistere più a lungo".

Trump ha incaricato il rappresentante commerciale degli Stati Uniti di valutare la possibilità di aumentare i dazi sulle merci dalla Cina di $ 100 miliardi.

In precedenza, gli Stati Uniti hanno deciso di aumentare l'attuale dazio sui beni cinesi di 50 miliardi di dollari. Le nuove tariffe verranno introdotte su 1300 merci cinesi come risposta alla violazione dei diritti intellettuali dei prodotti americani da parte dei cinesi. Quindi gli Stati Uniti intendono superare il deficit commerciale multimilionario con la Cina. Pechino ha risposto annunciando tariffe reciproche pari a $50 miliardi, ma non hanno ancora iniziato ad agire.

In risposta, il Consiglio di Stato della Cina ha decise di imporre dazi ad un tasso del 25% su 106 articoli di merci importati dagli Stati Uniti. Tra di essi: soia, auto, aeroplani, prodotti chimici. Secondo il dipartimento commerciale, nel 2017 le importazioni dagli Stati Uniti di questo prodotto ammontavano a 50 miliardi di dollari. I tempi dell'introduzione delle misure commerciali dipenderanno da quando le autorità statunitensi annunciano l'introduzione delle tariffe sulle merci cinesi.

Correlati:

“Militari di Russia e Cina elaborano risposte comuni alle sfide USA”
Usa-Cina, Pechino: Pronti a risposte speculari a dazi americani
La Cina promette di rispondere simmetricamente alla “guerra commerciale” USA
USA, Dipartimento di Stato: visita Kim Jong-un in Cina è passo storico
Tags:
Economia, dazi, guerra commerciale, guerra commerciale, Casa Bianca, Donald Trump, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik