02:01 21 Settembre 2018
Kosovo

Esperto: serbi impotenti di fronte al furto delle loro proprietà nel Kosovo

© Sputnik . Natalya Grebenyuk
Mondo
URL abbreviato
4123

Dalla fine della guerra in Kosovo gli albanesi si sono appropriati illegalmente di circa un milione fra terreni e fabbricati appartenenti a privati serbi che non possono neppure agire per vie legali. Ne ha parlato a Sputnik Dusan Celic, docente di diritto internazionale.

"I serbi per questo danno non hanno ricevuto alcun compenso in denaro. Primo, perché il meccanismo UNMIK (Missione delle Nazioni Unite in Kosovo) sulla restituzione dei beni non implica un rimborso per questi casi; secondo perché per avviare un procedimento giudiziario è necessario specificare chi è il responsabile del danno", ha detto Celic.

In pratica, questo significa che la Serbia non può incolpare nessuno per i danni ai beni immobili dopo le rivolte del marzo 2004 e l'ondata di violenza che ha travolto la provincia dopo la guerra del 1999, perché impossibilitata a indicare nello specifico gli autori.

"Dovrebbero risponderne le autorità del Kosovo. Cioè, il risarcimento per i danni dovrebbe essere pagato dal bilancio del Kosovo. Tuttavia in molti casi le richieste vengono respinte perché i tribunali si rifiutano di riconoscere la responsabilità del Kosovo", sostiene il professore.

Celic ricorda che tre anni fa l'OSCE ha condotto uno studio su 350 casi di furto di proprietà. Si tratta di proprietà immobiliari, che l'UNMIK ha restituito ai proprietari serbi, ma che alla fine sono finite nelle mani degli albanesi, nonostante la decisione del tribunale. Agli individui incriminati alla fine è stata comminata solo una multa di 600 euro. "Nessuno è stato incarcerato, anche se secondo le leggi del Kosovo, è un reato per il quale è prevista una pena massima fino a cinque anni di carcere", ha detto l'esperto.

Egli osserva che nelle relazioni dell'UNMIK il problema del furto di massa e sistematico della proprietà non è affrontato.

"Un tempo UNMIK ha adottato un documento che regola il processo di registrazione di un contratto per l'acquisto di immobili in aree speciali. Ma nemmeno l'UNMIK ha mai aderito a queste regole, e di sicuro non lo fanno le autorità del Kosovo", ha concluso Celic.

Correlati:

Vertice UE-Balcani occidentali: l'unità europea inciampa sul Kosovo
Berlino è pronta ad uno scenario “palestinese” per il Kosovo?
Nuove condizioni USA per la Serbia: o il Kosovo o investimenti dall’UE
Tags:
esperto, furto, proprietà, Kosovo, Serbia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik