01:12 24 Aprile 2018
Roma+ 17°C
Mosca+ 0°C
    Una famiglia di orsi polari.

    Gli scienziati russi controlleranno se gli orsi polari sono contaminati

    © AP Photo / Paramount Classics
    Mondo
    URL abbreviato
    170

    Gli orsi polari della Terra di Francesco Giuseppe vengono esaminati per la prima volta per stabilire se ci sono contaminanti chimici tossici.

    Nel mese di aprile 2018, gli scienziati hanno esaminato per la prima volta gli orsi polari dell'isola della Terra di Alessandro dell'arcipelago della Terra di Francesco Giuseppe è hanno trovato nei corpi degli orsi pesticidi e altre sostanze chimiche tossiche. Secondo Ilya Mordvintsev presso l'Istituto di Ecologia ed Evoluzione il lavoro sulla rilevazione degli orsi polari sulla Terra di Francesco Giuseppe nel 2018 è ripreso dopo una pausa di sei anni.

    "Abbiamo deciso di riprendere il lavoro sulla cattura e la registrazione degli orsi polari che sono stati esaminati nell'arcipelago di Francesco Giuseppe 2010 al 2012. La nostra strategia è cambiata: abbiamo usato il sangue per la ricerca genetica e la presenza di malattie e il pelo per la contaminazione di metalli pesanti e mercurio. Ora prenderemo più campioni di grasso che ci permetterò di capire l'accumulo di inquinanti organici persistenti PCB, in, vari pesticidi, erbicidi, e tutto quello che viene portato dai fiumi in mare, e che secondo la catena alimentare entra nel corpo degli orsi" ha detto Mordvintsev ai media.

    Gli scienziati lavoreranno sulla Terra di Alessandro fino alla fine di aprile. "Inoltre, nel mese di giugno e luglio, abbiamo programmato i lavori sulle isole Vilkitsky e Shokalski nel Mare di Kara, e nel mese di agosto e i primi di settembre è stato raggiunto un accordo con la riserva di "Wrangel Island" di condurre uno studio russo-americano sugli orsi polari di Wrangel Island" ha detto Mordvintsev.

    Secondo l'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura, ci sono tra i 22.000 e 31.000 orsi polari in tutto il mondo. Il numero della popolazione russa è pari a un quarto o a un terzo del totale. Il Parco Nazionale Artico Russo è la zona naturale protetta più settentrionale e più estesa della Russia. Comprende l'arcipelago della Terra di Francesco Giuseppe e la parte settentrionale dell'arcipelago di Novaya Zemlya.

    Correlati:

    L'inquinamento rende "fragile" il pene degli orsi polari
    In Chukotka registrata un'insolita e massiccia concentrazione di orsi polari
    Mollo tutto e volo in Russia? Gli orsi della Kamchatka ti aspettano
    Gli orsi polari si godono la neve
    Tags:
    Animali, orso, natura, animali, Sostegno all'ecologia, Università, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik