03:00 22 Ottobre 2018
Una parte dell'acceleratore Large Hadron Collider

Articolo postumo di Hawking: invita la Cina a costruire un collisore di particelle

© Foto : CERN
Mondo
URL abbreviato
151

Sul sito arXiv.org, è stato pubblicato un articolo scritto all'inizio del 2018 dai fisici Stephen Hawking e Gordon Kane. È stato distribuito in Cina a gennaio 2018, anche prima della morte dello scienziato. L'articolo discute la possibilità di costruire in Cina un grande acceleratore di particelle.

L'articolo risulta scritto da due autori: Stephen Hawking e il professore di fisica presso l'Università del Michigan negli Stati Uniti Gordon Kane. Essi discutono il processo di ottenimento di nuove conoscenze nel campo della scienza, e analizzano il fatto che il modello standard della fisica delle particelle e della cosmologia sono coerenti anche con le osservazioni. Tuttavia, gli autori osservano che alcuni fenomeni come materia oscura, l'asimmetria tra materia e antimateria non hanno ricevuto una spiegazione, e che la descrizione quantistica della gravità non c'è ancora. Nell'articolo indicano come buon esempio di progetto internazionale di ricerca in questo settore il Large Hadron Collider del CERN, così come cattivo esempio il progetto non realizzato del Superconducting Super Collider negli Stati Uniti (annullato nel 1993), progetto per il quale gli USA hanno perso leadership nella ricerca fondamentale in fisica delle particelle. Grazie a questo, la Cina ora ha l'opportunità di assumere questo ruolo.

I fisici parlano positivamente del progetto del collisore cinese, che si compone di due parti: Il collisore elettro-positronico circolare (Circular Electron Positron Collider, CEPC) e il Super Collisore Protonico di Protoni (Super Proton Proton Collider, SPPC). In particolare, dovrebbero permettere di studiare alcuni canali di decadimento del bosone di Higgs, almeno in un ordine di grandezza più preciso del Large Hadron Collider del Cern. Un sistema del genere potrebbe rilevare deviazioni dal modello standard, che porterebbero ad una "nuova fisica".

In confronto con altri progetti di collisori elettrone-positrone, come ad esempio l'International Linear Collider  in Giappone e il Compact Linear Collider del CERN, il vantaggio principale dei cinesi sarà in una seconda fase, quando a scontrarsi saranno i protoni. Ma per questo si potrà utilizzare il tunnel e altre infrastrutture della prima fase.

Discutendo i futuri benefici del progetto per l'umanità, gli autori ci ricordano che l'Internet in senso moderno è nato proprio nel CERN per il mondo della fisica. I tentativi di comprendere le questioni fondamentali hanno portato anche alla nascita e allo sviluppo di settori multi-miliardari nella produizione di cavi superconduttori, scanner medici e molti altri macchinari. Tuttavia, secondo Kane e Hawking il più importante beneficio di un tale progetto sarebbe la possibilità per tanti giovani cinesi di talento di essere coinvolti nel campo della scienza, e non necessariamente nella fisica delle particelle. Secondo gli autori, a seguito del progetto di Cina sarà il leader mondiale nella fisica delle particelle, superando il CERN. In conclusione, scrivono che "il paese che porterà i più grandi progressi nella comprensione delle leggi della natura di tali scienze come la fisica delle particelle e della cosmologia, sarà colui che sarà ricordato nella storia per le sue gloriose conquiste".

Correlati:

“Così distruggerete il mondo”: invenzione brasiliana porterà il CERN nel futuro
Al Cern inizia la “rivoluzione della fisica”
Stephen Hawking sarà sepolto vicino Isaac Newton e Charles Darwin
Scienziati rivelano le ultime ricerche di Stephen Hawking
Tags:
Fisica, fisica, CERN, Stephen Hawking, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik